Questa truffa ti svuota il conto corrente: attenzione a questo dettaglio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In tempi di crisi economica così virulenta, con la nostra vulnerabilità salita alle stelle, i truffatori informatici sono diventati ancora più diabolici. Si fingono addirittura funzionari della tua banca: ma attenzione il loro obiettivo è quello di svuotarti il conto.

La chiamano truffa dello storno: è partita minacciosa dagli Stati Uniti e adesso rischia di far cadere nella propria trappola anche i cittadini italiani.

truffa dello storno fonte adobe stock
truffa dello storno fonte adobe stock

Ti fanno credere che ci sono dei movimenti errati sul tuo conto e ti convincono a dare loro le tue credenziali bancarie. Gli impostori si presentano come veri e propri rappresentanti bancari. Sono diventati ingegnosi  i criminali informatici, poiché, in alcuni casi, conoscono il nome completo della vittima, la data di nascita, il nome dell’istituto finanziario e l’indirizzo attuale.

Purtroppo, la maggior parte di queste informazioni è prontamente disponibile online dai broker di dati e chiunque può accedervi. In alcuni casi, come è accaduto negli Stati Uniti, secondo una inchiesta accurata portata avanti addirittura dall’Fbi, i falsi rappresentanti bancari conoscevano anche le ultime quattro cifre del numero sociale di una vittima e le ultime quattro cifre del suo conto bancario.

Una volta che le vittime rispondono all’avviso di avviso di frode iniziale, i truffatori chiamano da quello che sembra essere un numero legittimo e iniziano a lavorare per rubare i soldi della vittima. L’obiettivo è che la potenziale vittima sia convinta di essere diventata una vittima di frode e di dover annullare un pagamento fraudolento.

Truffa dello storno: occhio alle nuove trappole informatiche

I truffatori utilizzano app di pagamento collegate al conto bancario della vittima. Queste app vengono spesso utilizzate per trasferire rapidamente fondi e richiedono solo l’e-mail del destinatario o un numero di cellulare. Utilizzando il sito Web legittimo della banca o l’app per il trasferimento di denaro, i truffatori inducono la potenziale vittima a fare qualcosa che non dovrebbe mai fare. Ovvero rimuovere un indirizzo e-mail o un numero di telefono associato all’account.

Quindi il criminale aggiunge un’e-mail o un numero di telefono controllato direttamente truffatori. Dopo che i dettagli sono stati modificati, il criminale chiede alla vittima di “stornare” un pagamento che finisce per essere trasferito su un altro conto bancario.

L’FBI, nel caso degli Stati Uniti, per mesi ha invitato gli utenti a essere molto cauto con le chiamate non richieste. Invece di rispondere direttamente, puoi “richiamare” la tua banca su un numero di servizio clienti verificato. Ti conviene chiedere se c’è qualcosa di insolito nel tuo account. Se ricevi un messaggio di testo e sei preoccupato, puoi inoltrarlo alle forze dell’ordine e al dipartimento antifrode della tua banca per le indagini.

Anche l’attivazione dell’autenticazione a più fattori è importante: aggiunge un secondo livello di sicurezza che a volte è ciò che impedisce ai truffatori di andare avanti con il loro piano per truffarti. Infine, tieni presente che le banche non ti chiederanno mai di spostare denaro.