Quanto consumiamo ogni anno per ricaricare cellulari e tablet? La risposta ti sorprenderà

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Vivere senza cellulari e tablet è davvero possibile? Ma soprattutto ci siamo mai chiesti quanto arrivano a consumare di energia elettrica sottoponendoli a ricariche periodiche? La risposta potrebbe sorprenderci.

Cellulari, telefoni cellulari, persino smartphone e tablet sono molto efficienti dal punto di vista energetico perché sono progettati per funzionare a batteria per un lungo periodo di tempo.

Ricarica smartphone consumo
Fonte foto Canva

I telefoni cellulari utilizzano da 2 a 6 watt circa durante la ricarica, mentre un caricabatterie lasciato collegato alla presa, senza telefono, consumerà da 0,1 a 0,5 watt. 

La ricarica di un telefono iPhone o Android in condizioni di utilizzo normali costerà in genere, come consumo di energia elettrica, da sola, poco più di un euro di corrente elettrica per un anno intero, se naturalmente usata con moderazione (circa 1 ora al giorno di ricarica). Ovvero ci riferiamo alla necessità di far scaricare prima totalmente un cellulare e poi di sottoporlo a ricarica.

Quanto costa davvero ricaricare un cellulare?

Naturalmente se adoperiamo un cellulare dalle 12 alle 18 ore al giorno (andremo prima o poi a dormire?), finirà con lo scaricarsi più rapidamente. E in particolare questo accadrà se siamo sempre collegati alla rete: allora il consumo potrebbe arrivare fino ai 3 euro all’anno, ma siamo davvero al limite. La ricarica di un telefono cellulare non è una fonte molto significativa di consumo di energia. Ma per arrivare a tutto questo dovresti tenere perennemente il tuo cellulare sotto carica rischiando di romperlo.

Come già detto, scollegare il caricabatterie del telefono può far risparmiare un po’ di energia, ma anche se hai lasciato un caricabatterie collegato senza un dispositivo che consuma mezzo watt 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per un anno intero, ti costerà solo 50 centesimi di euro all’anno in più.Supponiamo invece di caricare il dispositivo per 2 ore a giorni alterni. Ciò significa che in un anno trascorrerai 365 ore a ricaricare il tuo dispositivo. A 6 watt, sono 2190 wattora, o 2,19 kilowattora (kWh). Se la tua società di servizi pubblici addebita 12 centesimi per kWh (media approssimativa in Europa), significa che ti costa poco meno di un euro all’anno per mantenere il tuo dispositivo carico.

Durante una ricarica notturna, un I-phone consuma in media 19,2 Wh. Secondo i dati pubblicati dalla US Energy Information Administration per luglio 2021 (gli ultimi dati attualmente disponibili), il costo medio per kWh negli Stati Uniti era di $ 0,13. Ricorda che 1 kWh equivale a 1.000 Wh.

Quindi, prendi la media di 19,2 Wh al giorno, moltiplicandola per 365 giorni, otteniamo 7 kWh, il che equivale a $ 0,91 all’anno. Quindi, alla fine i report lo confermano: meno di un dollaro. Siamo quindi di fronte a consumi non certo eccessivi. Ci va molto peggio, invece, quando ricarichiamo un cellulare tutta la notte.

Non è certo la ricarica eccessiva del nostro cellulare a compromettere la nostra bolletta dell’energia elettrica. Ma avere risposto a determinati e delicati quesiti, di certo, rende tutto più chiaro.