Tragedia in ospedale, infermiere uccise durante la sparatoria

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Una vera tragedia si è consumato in ospedale dove due infermiere sono state uccise durante una sparatoria. Le donne sono state raggiunte da due colpi di arma da fuoco: ecco che cosa è successo.

Nelle ultime ore iniziano ad emergere alcuni dettagli ed informazioni del drammatico episodio che è costata la vita a due dipendenti dell’ospedale. L’evento è accaduto nel reparto maternità, dove all’improvviso un uomo armato ha iniziato a sparare dopo aver fatto visita alla compagna che aveva appena partorito. Andiamo a vedere che cosa è successo nel dettaglio.

spari ospedale
Fonte Foto Canva | Adobe Stock

Le sparatorie improvvise hanno dominato per decenni il dibattito politico, le conversazioni social e i titoli dei giornali. Il drammatico episodio di pochi giorni fa ha portato ancora una volta alla luce il problema della violenza armata in America. Nella mattinata di sabato 22 ottobre, intorno alle ore 11, che si è scatenato il panico e un giorno di festa si è trasformato in una vera tragedia al Methodist Dallas Medical Center.

Secondo quanto viene riportato dal Daily Mail, le due infermiere Jacqueline Pokuaa e Katie Annette Flowers, rispettivamente di 45 e 63 anni, hanno perso la vita. Le donne stavano prestando il loro servizio nel reparto di maternità dell’ospedale dove c’è stata una sparatoria. Le donne sono state raggiunte da due colpi di arma da fuoco arrivate dalla pistola di un uomo che era andato in ospedale per far visita alla ragazza che aveva partorito da poco.

Sparatoria in ospedale a Dallas: morte due infermiere nel reparto maternità

È stato riferito dal portale americano che a colpire a morte le due infermiere sarebbe stato Nestor Hernandez, un ragazzo di 30 anni. Era in visita dalla sua compagna che aveva appena partorito quando ad un certo punto l’ha accusata di tradimento. Tempo pochi minuti dopo che ha preso la sua pistola e ha  minacciato di uccidere lei e chiunque altro fosse entrato nella stanza.

Una furia mortale che ha ucciso le due infermiere dopo aver colpito alla testa la fidanzata, causandole delle ferite ma che non è in pericolo di vita. Hernandez era in libertà vigilata in quel momento per una rapina aggravata che ha commesso nel 2015. Gli era stato concesso il permesso di essere in ospedale mentre indossava una cavigliera elettronica.

Qualche istante dopo, l’uomo è stato colpito ad una gamba da un agente di polizia che è intervenuto dietro i aver udito i colpi di arma da fuoco. In seguito la polizia lo ha preso in custodia. Le autorità non hanno rilasciato informazioni su come sia stato possibile che Hernandez sia arrivato ad avere una pistola. Questo entre era in libertà vigilata per una condanna penale.