Leclerc e Sainz in panchina, sostituiti durante il Gran Premio di Austin: shock in Formula 1

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Incredibile quanto accaduto in Formula 1, dove Leclerc e Sainz si sono fatti da parte. È quello che è successo all’atteso Grand Premio di Austin negli Stati Uniti: ecco che cosa hanno fatto.

Si sta dirigendo verso la fine il mondiale di F1 che in questa stagione ha visto la Ferrari ritornare in grande stile, dopo anni in cui non è stata competitiva. Nonostante il mondiale piloti si sia chiuso, laureando come campione per la seconda volta Max Verstappen. In ballo c’è ancora il titolo costruttori, ancora tutto aperto e il risultato è da vedere.

formula 1 lecler sainz
Fonte Foto Canva | Ansa Foto

È stata una gara emozionante quella di Austin, dove i fan della Ferrari hanno sognato durante le qualificazioni quando il pilota della rossa Carlos Sainz ha conquistato la pole position dopo aver fatto il miglior tempo davanti il compagno di squadra Charles Leclerc. In molti speravano di rivedere la doppietta anche durante la gara, cosa che avrebbe riaperto la sfida per il mondiale costruttori che vede in vantaggio la Red Bull.

Ma così non è stato. La classifica sperata non si è ripetuta nella gara del giorno dopo, dove Sainz è stato vittima di incidente e Leclerc è salito sul terzo gradino del podio. Dietro proprio al campione del mondo Verstappen, che ha allungato i punti in classifica costruttori, e al pilota della Mercedes Hamilton. In tutto ciò, nelle prove libere i due piloti hanno deciso di fare un passo indietro a sorpresa.

Formula 1, passo indietro per Leclerc e Sainz: largo ai giovani

Durante il Gran Premio di Austin, in molti hanno assistito ad un incredibile colpo di scena. Questo è dovuto dalla nuova regola entrate in vigore da quest’anno e che obbliga tutti i team di schierare almeno due volte durante il mondiale i propri piloti giovani. E proprio per questo motivo che tante scuderie hanno deciso di mettere in pratica questa regola durante le prove libere. Una cosa che ha fatto anche la Ferrari.

Leclerc e Sainz hanno fatto un passo indietro a favore di Robert Shwartzman, il pilota russo che ormai è uno dei ‘veterani’ della Driver Academy. Per lui si è trattato di un vero e proprio esordio in Formula 1, ed era molto atteso dai fan della Scuderia modenese. Visto che il giovane pilota è una delle promesse della rossa. Ma non è stato il solo a mettersi in luce in questa gara.

Il GP degli USA ha visto un vero e proprio record di giovani che si sono messi alla guida delle auto durante le prive libere. Tra di questi c’è stato anche il pilota italiano Antonio Giovinazzi che ha guidato la Haas. Per lui non si tratta di un esordio, visto che già ha dato prova del suo talento in F1. A scendere in pista è stato anche Daniel Ricciardo, mentre l’Alfa Romeo ha deciso di far salire Theo Pourchaire.

Anche la Williams ha deciso di lanciare il giovane Logan Sargeant che potrebbe diventare il pilota di punta del team inglese. Un altro debutto si è visto alla guida della McLaren con Alex Palou. Tutti momenti importanti per gli appassionati di questo sport.