Shampoo, è allarme: alcuni ingredienti possono causare profondi danni

Il mercato degli shampoo permette di avere tantissime soluzioni. Alcuni prodotti, però, presentano degli ingredienti che possono essere dannosi. Ecco quali sono quelli da considerare.

Come in ogni altro ambito di acquisto, anche questo settore presenta tantissime scelte. La prima motivazione che ci porta ad acquistare questo prodotto è legata ai nostri capelli. Dall’altra parte, però, ci sono degli ingredienti che dovrebbero essere evitati. Questi, infatti, potrebbero causare dei seri problemi alla nostra salute.

Shampoo
Fonte foto: Adobe Stock

La scelta di uno shampoo non è affatto semplice. Anche se sentiamo spesso il consiglio di evitare prodotti con all’interno silicone, parabeni ed altri ingredienti. In sostanza, quindi, bisogna prestare attenzione a quale shampoo compriamo. Questo può mettere in atto una serie di problemi che poi diventano molto complessi.

La cura dei capelli è davvero molto importante. Cosa che porta le persone ad affidarsi a prodotti di assoluta qualità. Anche se, molto spesso, si preferisce comprare un qualsiasi shampoo senza tener conto degli ingredienti. Alcune sostanze, però, possono essere disastrose per i capelli.  Insomma, tale argomento deve essere ben centrato e all’interno dei motivi che ci spingono all’acquisto. Vediamo, quindi, quali sono questi ingredienti che devono finire sotto la lente di ingrandimento.

Shampoo, questi ingredienti possono causare danni importanti: ecco quali sono

La lista degli ingredienti all’interno di uno shampoo è davvero molta ampia. Ci sono, però, degli ingredienti che andrebbero evitati. Pensiamo al solfato, parabeni, formaldeide, ftalati, muschio sintetico, esaclorofene, triclosan e alcol.

Partiamo dal solfato, questo spesso lo troviamo sotto il nome di sodio laureth sulfate. Si tratta di agenti schiomogeni che possono provocare la screplatura della pelle con uso frequente. I parabeni, invece, servono per non far scadere il prodotto nel breve periodo. Prodotti con questi conservanti portano alla persona una certa dermatite da contatto e altre allergie. La Formaldeide è simile all’elemento descritto in precedenza.

Passiamo ai ftalati che sono agenti gelificanti trovabili anche in balsami e lacche. Il loro rapido assorbimento potrebbe portare ad uno scompenso ormonale. Il muschio sintetico è sconsigliato in gravidanza perché può essere assorbito dal tessuto mammario e dal cordone ombelicale. L’esaclorofene è un composto chimico che mette in campo il ruolo di antimicrobico. L’utilizzo potrebbe provocare irritazioni agli occhi e alla pelle. Crampi allo stomaco nel caso venisse ingerito. Il triclosan è simile all’elemento citato in precedenza. Può anche provocare problemi al sistema immunitario. Infine arriviamo all’alcol. Questo elemento viene utilizzato nello shampoo per dare forma al prodotto per consentire il suo risciacquo. Con uso frequente, l’alcol non porta solo ad assottigliare i capelli ma li rende più fragili e, quindi, più soggetti alla caduta.

Insomma, la scelta deve essere particolarmente oculata di questo prodotto. La classifica dello shampoo migliore porta alla luce dei dettagli che non tutti considerano.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news