Curare le emorroidi è possibile: i rimedi efficaci per eliminare il fastidio

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Anche coloro che non le hanno mai avute sanno che le emorroidi possono essere dolorose e molto fastidiose. È possibile curarle grazie ad alcuni rimedi che sono considerati efficaci: ecco quali sono.

È una delle patologie più comuni che ci siano e colpisce indistintamente sia donne che uomini. C’è chi ne soffre di frequente e chi invece solo in alcune occasioni, o è una infiammazione che arriva con il cambio di stagione. Tuttavia, in ogni caso è sempre bene sapere quali sono i rimedi e come e quando intervenire per evitare che il dolore peggiori.

emorroidi
fonte foto: AdobeStock

Le emorroidi, sia quelle interne che esterne, sono la conseguenza dell’infiammazione dell’insieme di vene, arterie e fibre muscolari che compongono il tessuto emorroidario. Non c’è alcun modo di agitarsi o andare nel panico, in quanto si tratta di un problema che è molto più comune di quanto si possa immaginare. Ma la cosa positiva è che ha una soluzione e può essere prevenuto.

Le cause delle emorroidi sono molteplici. I principali sono da ritrovarsi nella costipazione, che in genera aggrava i sintomi. Tra le cause c’è la diarrea, ma anche stare in piedi per molte ore o la gravidanza ed i fattori ereditari. I sintomi che ci avvertono della comparsa delle emorroidi sono facili da identificare. Si avverte dolore o fastidio, ma anche il sanguinamento nella zona.

Rimedi contro le emorroidi: ecco quali sono

Le emorroidi possono essere esterne, quelle che sorgono a seguito dell’infiammazione della zona emorroidaria più esterna e possiamo toccarle. Ma anche interne, quelle che sono invisibili e generalmente causano sanguinamento e dolore. Entrambe sono trattabili con misure igienico-dietetiche.

Quando ci sono dei sintomi lievi viene consigliato bere acqua e seguire una dieta ricca di fibrefrutta e verdura. È bene evitare alcol e i cibi piccanti o speziati. Ridurre l’assunzione di caffeina e cioccolato ed evitare l’abuso di farmaci astringenti (antinfiammatori FANS, ansiolitici e antidepressivi). Evitare lunghi periodi seduti sul water e pulire la zona con salviettine anali con aloe vera.

Per coloro che hanno sintomi moderati devono seguire le stesse linee guida di prima, ma devono aggiungere alcuni lassativi per ammorbidire le feci. Nei casi più gravi è possibile usare anche delle supposte e pomate per ridurre il dolore, favorendo la guarigione. Per migliorare la circolazione del sangue si potrebbero assumere anche degli integratori naturali.

In altri casi è possibile che il medico intervenga chirurgicamente per trattare le vene che si sono infiammate o dilatate intorno all’ano. È un intervento sicuro, che di solito viene eseguito in regime ambulatoriale e in anestesia generale o anestesia spinale. L’operazione può essere eseguita utilizzando diverse tecniche, la più comune è l’emorroidectomia. Un altro metodo è l’emorroidopessia.

Le informazioni scritte in questi paragrafi hanno un semplice scopo divulgativo e non vogliono sostituirsi ad un parere esperto. In caso di disagio, dolore o problema di questo genere è opportuno recarsi dal proprio medico di base o consultare uno specialista.