Questo gesto in auto ti costa 500€ di multa: il rischio è grosso

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il Codice della strada è caratterizzato da tantissime regole. Un gesto in particolare fatto in auto potrebbe far scattare una multa da 500 euro. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Le regole del Codice della Strada sono davvero tantissime. Ogni piccolo sbaglio può portare a delle sanzioni molto negative e pesanti. Come, ad esempio, c’è un gesto che moltissimi automobilisti fanno e che porta ad una pensatissima multa.

Multa
Adobe Stock

Come ben sappiamo, le regole devono essere tutte rispettate. Non sempre, però, si riesce ad avere una condotta lineare e legale. Tra le varie situazioni c’è quella del fumare durante la guida. Questo è un vizio molto diffuso e pone il dubbio se accendersi una sigaretta vada o meno contro le regole. Ci sono alcune normative a riguardo e non parlano solo di essere alla guida.

Multa da 500 euro per chi fuma in auto: ecco cosa dice la legge

Fumare in auto è, ormai, un gesto comunissimo. In prima battuta possiamo dire che non esiste nessuna legge che ponga un veto a tale pratica. nel Decreto Legislativo numero 6 del 12 gennaio 2016, però, c’è stata l’introduzione del divieto a fumare in auto in alcune situazioni, oltre che nelle zone esterne degli ospedali.

Il divieto scatta se a bordo della vettura ci sono minori o donne in dolce attesa. La regola vale sia che il mezzo sia in movimento sia che viva un momento di sosta. Questo divieto è stato messo in atto per salvaguardare la salute dei minori così da evitare che il fumo passivo, che è nocivo, incida su di loro.

A queste indicazioni si aggiunge il divieto a fumare nelle zone limitrofe degli ospedali. Le regole citate riguardano le sigarette classiche. Al momento non ci sono riferimento a quelle elettroniche anche se qualcosa sta cambiano in tal senso. Infatti, queste sono vietate negli istituti minorili, nelle scuole, nei centri per l’impiego e le strutture di recupero. Nota a margine per i mezzi pubblici mentre per i luoghi di lavoro la scelta è dell’impresa.

Per chi viola questa regola subisce una durissima sanzione. Se si è beccati in presenza di un minore la sanzione va dai 27,50 euro fino ai 275 euro. Se ci sono bambini sotto i 12 anni o donne in stato di gravidanza si arriva anche a superare i 500 euro di multa. Nessuna agevolazione, in caso di multa, per chi paga in meno di cinque giorni. Mentre il ricordo lo si potrà effettuare entro 30 giorni dalla notifica. Attenti anche alla sosta con motore acceso per fumare. In quel caso, la sanzione scatta non per la sigaretta ma per impatto sull’ambiente.