Tasse, ecco dove trasferirsi per pagarne meno

Sempre più contribuenti fanno fatica a reggere il peso delle tasse. Molti pensano di emigrare proprio per questo motivo. Ma in quali luoghi si pagano meno tasse? Scopriamolo insieme.

La pressione fiscale in Italia ha raggiunto picchi, per alcuni, insostenibili. Il pagamento delle tasse si sta facendo sempre più ostico. Cosa che sta portando tantissimi contribuenti a valutare di andare all’estero. Tale cambiamento permetterebbe a loro di andare in un Paese in cui si paga meno.

Tasse
Adobe Stock

Oltre al problema delle tasse, come ben sappiamo, l’Italia ha una percentuale di evasione fiscale altissima. Quest’ultimo aspetto porta sempre più ad aumentare le tasse con la conseguenza di portare sempre più difficoltà ai contribuenti onesti. Questi, però, stanno sempre più mollando preferendo di passare il loro tempo all’estero. Andiamo, quindi, a vedere quali sono i posti in cui si pagano meno tasse. Alcune località potrebbero sorprendere.

Dove si pagano meno tasse? I posti in cui la fiscalità non spaventa

Nel 2019, secondo i dati Eurostat, l’Italia è arrivato ad una pressione fiscale del 42,6%. La nostra nazione si è posizionata al sesto posto con una percentuale di poco superiore alla media europea. Davanti a noi troviamo Paesi come Svezia, Austria, Belgio, Danimarca e Francia.

Dall’altro vertice della classifica, nelle ultime posizioni, troviamo l’Irlanda, Romania, Bulgaria, Svizzera e Lituania. Tra questi Paesi, l’Irlanda è quella che permette una bassissima tassazione. La nazione ospita anche grandissime aziende come Facebook e Google. La percentuale è del 22,7%. La Romania, invece, ha uno Stato fiscal-friendly con le tasse che pesano solo per il 27,7%. C’è, poi, la Bulgaria dove si ha una pressione del 27,8%.

Oltre l’Irlanda che si trova a nord, secondo i dati del 2020 dell’Oecd, ci sono molto Paesi che fanno parte della sezione est dell’Europa. Abbiamo citato Romania e Bulgaria ma troviamo anche la Lituania e l’Estonia. Nella prima nazione troviamo, per i privati, una tassazione al 30,4% discorso simile per l’Estonia che arriva al 33,3%. L’est Europa, quindi, concede un certo alleggerimento fiscale.

Insomma, da come vediamo dai numeri la situazione non è affatto semplice per gli italiani. Il tasso di evasione è elevatissimo e in qualche modo va compensato questo dislivello. Per tornare ad una pressione fiscale meno intensa bisognerà augurarsi un cambiamento in tal senso.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news