L’intossicazione da acqua esiste: che cos’è e a cosa bisogna fare attenzione

Non tutti lo sanno ma è possibile intossicarsi il nostro organismo con un consumo eccessivo di acqua. Vediamo nel dettaglio di quale tipo di disturbo stiamo parlando. 

Che l’acqua sia la molecola della vita, l’elemento che costituisce il nostro corpo e la nostra alimentazione, e ci permette di mantenere il nostro corpo in vita e in salute, non è certo un mistero.

intossicazione acqua
Adobe Stock

Eppure, esistono alcune credenze diffuse circa la sua salubrità, che sono, alla prova dei fatti, delle vere e proprie leggende metropolitane. Per esempio, si dice sempre che per restare in salute, bisogna bere quanto più acqua possibile durante il giorno. 

Non sempre bere tanta acqua durante il giorno è consigliabile: ecco perchè

Una tesi verissima da un lato, in quanto in generale le persone tendono a bere molta meno acqua di quella che richiede l’organismo durante la giornata, e si tratta di un consiglio che tutti noi per certi versi dovrebbe seguire con più attenzione. In questo mondo, soltanto gli sportivi professionisti riescono realmente a bere durante il giorno la giusta quantità di acqua di cui ha bisogno il nostro corpo.

E ci capita molto spesso di ricevere un consiglio dagli amici, o dai nostri stessi medici di fiducia, sul fatto che dobbiamo provare a quanto più acqua possibile nel corso della giornata. In realtà, questo non necessariamente è un buon consiglio: non tutti lo sanno ma a berne troppa, si può incappare nel rischio di contrarre una vera e propria intossicazione da acqua. 

Intossicazione da acqua, che cos’è e quando si verifica

Si tratta di un’intossicazione che arriva quando beviamo così tanta acqua che i nostri reni non riescono più a smaltirla. Anche perché nel momento in cui risulta in eccesso e dunque difficile da smaltire, l’acqua finisce direttamente nel sangue e nelle cellule che finiscono per gonfiarsi allo scopo di accoglierla al loro interno. In genere le cellule sono predisposte per questo tipo di operazione, tranne quando parliamo dei neuroni.

Le cellule del nostro cervello infatti sono già di per sé racchiuse all’interno della gabbia ossea, e non possono in alcun modo gonfiarsi. Nel momento in cui questo accade, le conseguenze per il nostro organismo sono molto negative e si rischia per l’appunto di contrarre un’intossicazione da acqua. 

Si tratta di un disturbo molto raro, e che arriva spesso a causa di una ben precisa patologia psicologica

Certo, è bene precisare che si tratta di una condizione molto rara, ma che comunque può verificarsi nel momento in cui ingeriamo molta più acqua di quanta i nostri reni siano in grado di smaltire. Inoltre, è bene anche sapere che nella maggior parte dei casi, questo tipo di intossicazioni non si verificano soltanto per un consumo eccessivo di acqua.

Spesso infatti questa situazione capita a chi soffre di un ben preciso disturbo psicologico chiamato disturbo compulsivo da acqua. 

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news