Come far fiorire le orchidee? I segreti per garantire un’ottima cura

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Avere cura delle orchidee non è affatto semplice. Ci possono essere dei passaggi per alcuni complicati. Vediamo insieme alcuni segreti per garantire un’ottima fioritura. Sono trucchi naturali e semplici.

Tra i fiori che più piacciono in assoluto ci sono le orchidee. Questi meravigliosi fiori tropicali, però, si legano ad una cura e ad una coltivazione non proprio semplice. In sostanza, per gli amanti delle piante sono un po’ gioia e dolore. Ci sono, però, dei piccoli accorgimenti da mettere in pratica. Questi potrebbero decisamente aiutare.

Orchidee
Adobe Stock

Il mondo dei fiori permette di avere tantissima qualità. Le orchidee rientrano tra quelle più amate. L’interesse, però, deve fare i conti con una situazione non proprio semplice. Queste sono delicatissime e richiedono una cura davvero intensa. Alcuni riescono a coltivarle in grandissima quantità mentre altri hanno problemi già nel momento di fioritura.

Alcuni passaggi nel momento di fioritura e cura potrebbero rappresentare un serio ostacolo. Per questo motivo ci sono dei particolari trucchi da mettere in atto. Scopriamo insieme quali sono.

Come far fiorire e curare le orchidee? I trucchi da non perdere

Ci sono tantissime varianti di orchidee. Nel pianeta di cono 20.000 specie e 650 generi diversi. Con ogni probabilità noi abbiamo a che fare con la specie Phialaenopsis. Tale termine è dovuto alle parole phalaena e opsis, farfalla e simile. Infatti, tale orchidea dà vita a fiori che sembrano ali di farfalla. Possono anche essere di vari colori.

Sono piante a dir poco eleganti e fioriscono due volte all’anno. Regalano un tocco importante al nostro ambiente di riferimento. Il loro mantenimento, però, non è sempre facile. Continuare a garantire salute a loro non è un discorso da sottovalutare. Gli aspetti da considerare sono vari e possiamo parlare di esposizione alla luce solare, i cambiamenti della temperatura e l’umidità.

In prima battuta dobbiamo trovare la posizione più idonea al nostro fiore. Così da concedergli lo spazio per fiorire con i suoi tempi. Uno dei sistemi naturali è fatto da acqua e latte. Con questi possiamo creare un potente antiparassitario. Per la nutrizione facciamo uso della buccia di banana. Strofinando permetteremo non solo nutrimento ma anche lucidità. Altra soluzione per la nutrizione, questa volta più profonda, è dettata da 2 cucchiai di zucchero e 1 di miele, il tutto in acqua bollette e da far sciogliere. Dopo inseriamo il succo di metà limone. Quando il tutto sarà freddo puliamo le foglie.

Se vogliamo passare le orchidee in un vaso grande facciamo attenzione alle radici. Quest’ultime sono delicatissime e si spezzano con facilità. Quindi facciamo uso di un vaso trasparente così da permettere alla luce di raggiungerle. Eliminiamo, dopo aver scosso la terra in maniera delicata, le radici marce oppure morte. Infine, fondamentale avere delle forbici sterilizzate per evitare infezioni batteriche.