Bollo auto, la scadenza si avvicina: come pagarlo entro il 30 settembre?

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Può capitare che, tra le tante faccende, ci si dimentichi di pagare il bollo auto. Per molti guidatori è arrivato l’avviso dell’Agenzie delle Entrate. Ecco come effettuare il pagamento entro il 30 settembre.

Tra i tanti impegni che una persona può avere, le scadenze di alcuni pagamenti possono essere dimenticate. La memoria, quindi, può farci un brutto scherzo e portare poi a delle conseguenze non proprio piacevoli.

Bollo auto
Adobe Stock

Tra le scadenze da non dimenticare c’è sicuramente il bollo auto. Questa tassa è tra le più comuni visto che si lega al possesso di un veicolo. Ragion per cui il suo pagamento è fondamentale per continuare ad utilizzare il proprio mezzo. Come detto, però, la memoria può fare brutti scherzi. Una soluzione a tale situazione è posta dallo scadenzario fiscale dell’Agenzia delle entrate.

Il mese di settembre è molto importante per tanti contribuenti. Tutti i proprietari del veicolo registrato al pubblico registro automobilistico dovranno pagare questa tassa. La scadenza, dunque, si fa sempre più vicina. Andiamo, dunque, a vedere insieme l’avviso da parte dell’Agenzia delle Entrate sulla scadenza del bollo auto.

Come pagare il bollo auto? L’avviso dell’Agenzia delle Entrate

La tassa sul possesso del veicolo si paga una volta all’anno e in un’unica soluzione. Il bollo auto è gestito dalle Regioni e dalle Province autonome di Bolzano e Trento. Per le Regioni come Sardegna e Friuli Venezia Giulia, la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate. La scadenza, inoltre, non è uguale per tutti ma dipende dal veicolo.

Non solo i tempi cambiano ma anche la cifra da pagare. La variazione dipende dalla potenza del veicolo e dalla classe che incide sull’ambiente. L’Agenzia, però, ha svelato chi dovrà pagare il bollo entro il 30 settembre. L’ente comunica che il pagamento dovrà essere effettuato da chi possiede veicolo che vanno sopra i 35 KW con bollo scadente lo scorso agosto. L’eccezione, invece, si lega a chi ha dei termini di scadenza diversi.

Il 30 settembre rappresenta una data importante anche per il superbollo. Questo si riferisce a usufruttari, proprietari e acquirenti con patto di riservato dominio di veicoli. Quest’ultimi dovranno avere una potenza di oltre 185 KW e con bollo scadente allo scorso agosto.

Per fare un calcolo del bollo non basterà fare altro che andare sul partale dell’Agenzia delle Entrate. Selezionare “Accedi al servizio” così da poter avere una stima sia sul bollo che per il superbollo. Inoltre, si potrà pagare la tassa anche in maniera telematica. In caso di mancato pagamento, ci saranno delle sanzioni che aumenteranno la cifra ad aumentare. Dopo un anno, la sanzione sarà del 30% più interessi dello 0,5% per ogni 6 mesi di ritardo.