Alcolici, aiutano a conciliare il sonno? Non è così, i suoi effetti

Gli alcolici, però, hanno diversi effetti sull’organismo. L’idea comune è quella che un bicchierino prima di andare a dormire aiuti il sonno. Ma in questo caso è davvero così? Ecco cosa dice la scienza.

Gli alcolici sono prodotti che ci accompagnano nel corso della nostra vita. Come ben sappiamo, non bisogna esagerare sotto questo punto di vista. Ma un bicchierino, di tanto in tanto, non può far male. Questo è quello che pensano molti. Se da una parte è così, dall’altra tanti alimentano la questione sottolineando che qualche bicchierino aiuti a conciliare il sonno.

Alcolici, sonno
Adobe Stock

Può capitare di chiudere una serata con l’ultimo bicchiere di alcool. Un momento che, di solito, unisce più persone. Ma l’assunto con cui si parte in questo caso è legato al sonno. L’alcool, alla fine, incide secondo gli esperti sul sonno. Quindi, qualche bicchierino non aiuta in alcun modo a dormire. Anzi, gli effetti sono completamente opposti.

Trovare qualcosa che aiuti il sonno è davvero importante. Per dormire bene ci sono tre tecniche da ricordare. Anche se bisogna stare attenti agli errori. Tra le tecniche che aiutano, come svelato dal medico e professore di medicina alla University of California, al New York Times, l’alcool non è tra queste.

Gli alcolici aiutano il sonno? La risposta è negativa, ecco perché

Come spiegato da Jennifer Martin, medico e professore all’Università della California, l’alcool rompe il ciclo del sonno. Inoltre, tale pratica ha degli effetti sul lunghissimo periodo. L’esperta sottolinea di come gli alcolici vadano ad alterare le fasi del sonno, sia quello profondo che quello leggero.

Con l’alcool, il nostro riposo non è al sicuro. Questo ci fa continuamente risvegliare e riaddormentare. Cosa che porta il ciclo a dover ricominciare ogni volta. L’esito, alla fine, è che al mattino saremmo stanchi con la batteria quasi scarica e con un’emicrania davvero forte.

Gli alcolici, quindi, permettono di addormentarsi facilmente ma poi non permettono la corretta continuità. Con qualche bicchiere, come svela Focus, il nostro cervello vede soppressa completamente la fase REM, quella che porta a sognare. Il tutto avviene quando l’alcool arriva al cervello e interagisce con l’acido gamma-aminobutirrico. Tale neurotrasmettitore inibisce la trasmissione degli stimoli nervosi e concede un effetto calmante.

Ma non si fermano qui le conseguenze dovute all’assunzione di alcolici. La bevanda, infatti, scatena i risvegli anche tramite il suo effetto diuretico. Inoltre, qualche bicchierino porta a russare decisamente di più. Questo perché, essendo un miorilassante, favorisce la distensione delle vie superiori aeree. Cosa che porta alla respirazione una certa alterazione.

Gli esperti, quindi, sconsigliano di assumere alcolici prima di andare a dormire. La definiscono una pessima abitudine che ha effetti problematici sul lungo periodo. In pratica, meglio limitare il consumo di questo prodotto e assumerlo fino a 4 ore prima di andare a riposare.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo