Bonifici istantanei: quanto costa davvero effettuarli? Queste banche offrono maggiore risparmio

Il momento economico-finanziario è di quelli “caldissimi”. Inflazione e rincari energetici hanno ridotto al lumicino le risorse di una buona media degli italiani. Tuttavia, “il mondo corre veloce” e la rapidità dei pagamenti digitali la fa da padrone. Ma è davvero conveniente un bonifico istantaneo al giorno d’oggi?

Per avere un’idea dello stato presente – e futuro – dei pagamenti istantanei, una volta tanto, secondo gli esperti, l’esempio da seguire, potremmo dire finalmente, siamo noi.

bonifico istantaneo
Fonte Foto Canva

Ebbene sì, l‘Italia oggi ha superato i suoi vicini dell’UE nello sviluppo della tecnologia dei pagamenti in tempo reale e nel reclutamento di banche per adottarla.

È una tendenza incoraggiata dall’Associazione Bancaria Italiana, ABI, il cui ruolo ufficiale è quello di “rappresentare, tutelare e promuovere gli interessi comuni e legittimi dei suoi membri, intraprendendo iniziative per la crescita ordinata, stabile ed efficiente del settore bancario e finanziario in un quadro competitivo, coerente con la normativa nazionale ed europea”.

Al giorno d’oggi quella “crescita stabile ed efficiente” ha molto a che fare con i pagamenti in tempo reale. E come ha detto Rita Camporeale, Head of Payments Systems presso l’Associazione bancaria italiana (ABI), al portale specializzato PYMNTS, la pandemia ha accelerato l’adozione dei pagamenti istantanei che scorrono direttamente tra le banche.

Bonifici istantanei: banche italiane all’avanguardia

Le banche italiane sono state tra le prime ad adottare i sistemi di bonifico istantaneo SEPA, nel novembre 2017. I progressi sono stati significativi: al momento ci sono circa 260 banche che aderiscono ai programmi aggiornati di trasferimenti di denaro in tempo reale, il che significa oltre il 60 percento dei fornitori di servizi di pagamento nel paese e, per estensione, la percentuale di conti “coperti” dai pagamenti istantanei la funzionalità è di circa l’85 percento, misurata nei clienti bancari.

Un’altra dozzina di banche si uniranno al programma di pagamenti istantanei quest’anno, il che spinge la percentuale di conti che potrebbero utilizzare i pagamenti istantanei al 90% entro la fine del 2022.

Ma vediamo insieme, a questo punto ci pare d’obbligo, quale è la graduatoria dei conti correnti italiani dove è possibile usufruire del vantaggio tecnologico di un bonifico istantaneo, sostenendo però il vantaggioso onere di avere meno spese possibili.

Quanto costa realmente oggi effettuare un bonifico istantaneo?

Secondo il portale specializzato Sostariffe.it, che ci aggiorna anche sui conti correnti on line più vantaggiosi, si limita a tre società la classifica di quelle banche che ci consentono di limitare al massimo le spese di un trasferimento on line urgente di denaro.

Al primo posto, nella speciale classifica di settembre 2022 di Sostariffe.it, c’è Conto BBVA, che ti permette addirittura, a zero spese, di effettuare bonifici istantanei.

Seguono, nell’ordine, Conto Widiba e My Genius Credit di Unieuro. Qui i costi ci sono, da sostenere: e vanno da 1,50 a 2,50 euro.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo