Buoni spesa, l’iniziativa di questi supermercati colpisce: un modo per aiutare l’ambiente

Alcune catene di supermercati permettono, tramite alcune speciali macchinette, un serio aiuto per consumatori e produttori. Per i primi la possibilità di ricevere dei buoni spesa con un semplice gesto. Vediamo si cosa si tratta.

Tra i tempi più trattati di questo periodo ci sono sicuramente quelli che riguardano ambiente e risparmio. Cose che sono state legate da alcuni supermercati che permettono di raggiungere bonus spesa tramite un certo tipo di raccolta. Un’iniziativa che sta prendendo sempre più piede in Europa.

Buoni spesa
Fonte Foto Canva

Il tema dello smaltimento della plastica è una delle priorità nell’agenda ambientalista. Le bottiglie di plastica, però, sono sempre più usate. Si pensi che per smaltire questo prodotto ci vogliono almeno cento anni. Insomma, una situazione a dir poco al limite date le conseguenze anche sugli animali e sulla natura.

Non si è arrivati ancora al momento della fine della plastica monouso. Fino ad allora, alcuni supermercati stanno mettendo in atto delle iniziative davvero significative. La possibilità di ricevere dei buoni spesa tramite la raccolta incentivante. Scopriamo di più su questa raccolta e vediamo quali supermercati in Italia permettono tale processo. Da sottolineare, però, che nel nostro paese sono pochi i negozi che permettono tale cosa.

Buoni spesa con la raccolta incentivante? È possibile, ecco dove farla

Molti Paesi europei, uno su tutti la Germania, da tempo danno la possibilità della raccolta incentivante. Una raccolta permessa nei bar, nei supermercati, nelle stazioni e in aeroporti. Tutti questi luoghi hanno all’interno dei compattatori per la raccolta delle bottiglie di plastica. Come detto, però, tale processo in Italia è ancora poco indagato ma si sta sempre più diffondendo.

Al momento non esiste una misura nazionale in tal senso, probabilmente non arriverà mai. Ma alcune aziende si sono mosse in tal senso. Una su tutta la catena di supermercati Decò. Questa è diffusa, perlopiù, al Nord e al Sud. Tale iniziativa, però, è concessa solo a chi possiede la tessera fedeltà. Tramite questo processo, quindi, i clienti avranno la possibilità di ricevere buoni spesa tramite lo smaltimento della plastica. Dalle bottiglie d’acqua fino ad arrivare ai succhi di frutta, olio e altro.

L’iniziativa, come detto, è legata ad una tessera con un codice a barre. Questo servirà a farsi identificare dal compattatore. Davanti alla macchina, infatti, dopo aver mostrato il codice a barre si passerà ad inserire i prodotti da smaltire. Questi vanno inseriti uno alla volta. Per ogni due bottiglie, i clienti avranno un buono da 3 euro.

I punti vendita che permettono tale iniziativa si trovano in Campania, Lazio, Abruzzo e Puglia. Sul sito della catena è possibile vedere tutte le informazioni del caso. Oltre Decò, un altro caso importante si verifica a Roma nelle stazioni di Cipro, Piramide e San Giovanni. In quel caso si da vita ad un ecobonus che permette di viaggiare “gratuitamente” sui mezzi Atac.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news