Assegno da 900 euro, occasione importante: è dedicato solo a questi cittadini

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le prossime settimane saranno decisamente importanti per una categoria di persone. Alcuni cittadini, infatti, riceveranno un assegno da 900 euro. Vediamo a chi si riferisce e come riceverlo.

Le misure di sostegno per i cittadini sono sempre pronte a venir fuori. Le prossime settimane per determinati cittadini saranno molto importanti per ricevere un assegno da 900 euro. Questo è stato messo in campo tramite il Decreto pubblicato dal Ministero della difesa.

Assegno
Adobe Stock

Sono tantissimi i settori che hanno bisogno di un serio aiuto. In questo caso, il Decreto da spazio ai fondi del cd. accompagnatore militare. Dunque, una determinata categoria potrà avere accesso ai 900 euro. Al momento, si tratta di 213 individui per un totale all’anno di 2.3000,400 euro.

Lo Stato permette sempre tante soluzioni per molte occasioni. Parlando di questo argomento, attenzione all’assegno sociale. Questo si potrebbe perdere in maniera molto semplice. Cosa che porterebbe un certo fastidio nei cittadini. Ritornando al nostro discorso, vediamo a chi si riferisce questo bonus e come riceverlo.

Assegno di 900 euro, ecco come funziona: requisiti, beneficiari e domanda

Il Ministero della difesa, lo scorso 29 agosto ha pubblicato il Decreto del 14 luglio 2022. Questo permette agli invalidi di guerra e del servizio un assegno da 900 euro. La misura si chiama accompagnatore militare e si riferisce a persone colpite da determinate forme di invalidità. L’assegno copre tutto l’anno.

Per chi ha un’invalidità non grave, invece, vedrà una assegno con una cifra minore. Con ogni probabilità, pari alla metà. I primi a ricevere tale misura saranno le persone legate ad un’infermità che sono indicate alla lettea A numeri 1 e 2 della tabella E. Oppure alla lettera A bis numeri 1, 2 e 3 della stessa tabella. L’erogazione avviene seguendo l’ordine di presentazione della domanda.

I beneficiari dell’assegno da 900 euro sono i grandi invalidi che hanno richiesto il servizio di accompagnamento nei tre anni prima del 15 gennaio 2003. Spetta tale misura anche a chi ha presentato la domanda del servizio ma non ha ricevuto esito positivo, domanda fatta dopo la messa in atto della legge numero 288 del 2022. Ancora, per i cittadini che hanno richiesto l’assegno sostitutivo all’ufficio dell’economia e delle finanze.

I pagamenti dovrebbero avvenire dal 1° gennaio 2022 e arrivare fino al 31 dicembre 2022. Mentre l’erogazione avverrebbe dal primo giorno del mese successivo a quando si è presentata la domanda. Questo vale per i cittadini che hanno presentato la domanda per la prima volta. Il pagamento sarà effettuato dalle società che versano le pensioni.

Il Ministero della Difesa ha comunicato che le richieste presentate a partire dal 2013 hanno validità per il versamento dell’assegno sostitutivo per l’anno in corso. La domanda, quindi, è ancora possibile e lo sarà fino al 31 dicembre di quest’anno. La domanda va inoltrata sia per posta che per raccomandata andata e ritorno. Le coordinate sono: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento dell’amministrazione generale, del personale e dei servizi. Direzione dei servizi del tesoro, Ufficio 7. Nella domanda vanno specificate con precisione massima le infermità.