Amerigo Vespucci, la storia si ripete: il momento è unico

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il veliero Amerigo Vespucci è stato protagonista di un evento davvero unico. La storia si è ripetuta ed ha lasciato grande emozione nei protagonisti. Scopriamo insieme cosa è successo.

La storia è fatta di momenti che possono sorprendere. Eventi che possono verificarsi nuovamente anche a distanza di anni. E, quando questi accadono, non possono fare altro che strappare emozione e sorrisi. Ed è proprio questo che è accaduto al veliero Amerigo Vespucci.

Nave Amerigo Vespucci
Ansa Foto

La nave scuola Amerigo Vespucci rappresenta un modello storico per l’Italia. Questa è l’unità più anziana all’interno del settore del servizio della Marina Militare. Questa è stata costruita da cantiere navale di Castellamare di Stabia. La sua storia come nave scuola ebbe inizio il 6 giugno del 1931. Dando vita a momenti molto importanti.

Uno su tutti è avvenuto nel 1962 quando, in piena estate, nel Mediterraneo incontro la portaerei americana USS Independence. La portaerei, vedendo la nave scuola, chiede di identificarsi. La Nave lo fece e rispose “Nave Scuola Amerigo Vespucci – Marina Militare Italiana”. Ricevuta la risposta, la portaerei salutò il veliero con una risposta che fece la storia. La risposta fu “You are the most beautiful ship in the world” (Siete la nave più bella del mondo). Ora, però, quel momento si è ripetuto. Ecco cosa è accaduto.

Amerigo Vespucci nave, la storia si ripete: altro incontro con gli americani

A distanza di sessant’anni, il 1° settembre 2022, la storia si è ripetuta anche se con qualche dettaglio nuovo. In questa occasione, l’incontro che, in un certo senso, ha emozionato i presenti è avvenuto con la USS George H.W Bush (CVN 77 Nimitz-class). La portaerei americana ha nuovamente incrociato la rotta della Nave Vespucci.

La Nave Scuola stava transitando nel basso Adriatico, nella rotta Manfredonia-Taranto. In questo caso, il capitano David-Tavis Pollard, ricordando quanto accadde nel 1962, ha chiesto conferma se la nave fosse l’Amerigo Vespucci della Marina italiana.

Alla risposta affermativa da parte del capitano della Nave, gli americano si sono lasciati andare ad un’importante risposta. Questa è stata: “After 60 years you’re still the most beautiful ship in the world“. Insomma, gli americani hanno sottolineato di come anche dopo 60 anni, l’Amerigo Vespucci sia ancora la nave più bella al mondo.

Insomma, questo particolare incontro ha segnato entrambe le parti. Questo può esser stato anche una grande opportunità di migliorare il legame tra l’Italia e gli Stati Uniti. Al di là dei discorsi militari, l’Amerigo Vespucci colpisce sempre nel segno. La nave, per gli affezionati, ha rappresentato e rappresenta qualcosa di speciale. Una vera icona che ormai è diventata storia ma che è pronta a vestire il ruolo della leggenda.