MasterChef, ricordate Paolo Armando? Il tragico epilogo

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Paolo Armando è stato uno dei concorrenti di MasterChef che hanno più colpito il pubblico. Lo ha fatto con la sua cucina e la sua simpatia. Lo ricordate? Il destino, però, è stato tragico per lui.

MasterChef è uno dei programmi più importanti in tema culinario. Una trasmissione che ha dato la possibilità a tanti aspiranti chef di mettersi in gioco. Tra questi, nella quarta edizione, c’è stato anche Paolo Armando. La su avventura nello show è stata molto significativa.

MasterChef, Paolo Armando
Screen Tv

MasterChef mette a dura prova i concorrenti. Le sfide sono tantissime e la concentrazione deve essere sempre massima. Qualche volta, però, i concorrenti spiccano anche per la loro simpatia e il loro saper stare al gioco. Paolo Armando ha sicuramente incarnato questi criteri in maniera decisamente positiva. Segnando di fatto il pubblico e i giudici.

L’aspirante chef era un informatico e proveniva da Cuneo. Il suo sogno, però, era la cucina. Un passione che lo ha portato alla finale della trasmissione. Dopo MasterChef, Paolo Armando, ha continuano su questa strada. Il destino, però ha voluto altro per lui e lo ha portato ad una tragica fine. Un momento che ha toccato decisamente tutti.

MasterChef, la morte di Paolo Armando: un momento drammatico

Tra i volti che più rappresentano MasterChef di sicuro c’è anche Paolo Armando. Come detto, dopo la sua partecipazione ha continuato a seguire il mondo della passione. Fino, però, a quel 18 giugno 2021 dove è stato ritrovato nella sua abitazione a Cuneo senza vita. Il cuoco è stato stroncato da un infarto fulminante che non gli ha dato nessuna possibilità.

Nonostante i soccorsi arrivati nella sua casa, tutto è stato vano. Qualsiasi tentativo non è servito a rianimarlo. La notizia, brutta, ha colpito tantissime persone. Non solo sua moglie e i suoi figli ma anche i tanti spettatori che lo hanno accolto con affetto.

Un una passata intervista, Paolo Armando confessò anche la sua fede e il suo credere in Dio. Svelò di essere da quattro anni catechista e di seguire un gruppo di bambini. A loro cercava di far capire il Vangelo. Da queste parole e dal suo percorso in MasterChef, fece capire la sua bontà d’animo.

La sua personalità, quindi, è stata apprezzata da tantissime persone. Ma Paolo Armando ha sempre dimostrato anche una grande grinta. I giudici del programma, non a caso, lo hanno soprannominato “Tigre” proprio per il coraggio che dava al gruppo e per la sua energia.

Insomma, l’animo di Paolo Armando ha conquistato praticamente tutti. La sua fine è stata tragica e ha fatto piangere tantissime persone. Nonostante il drammatico epilogo, lo chef è ancora oggi viene ricordato con affetto e stima. Due aspetti che Paolo Armando ha saputo infondere e che gli ha permesso di aver un posto speciale nel cuore di tante persone.