Noleggia un’auto e gli addebitano 6.000 euro: il caso fa il giro del mondo

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Una donna ha noleggiato un auto per varie commissioni. Al rientro, il costo è stato davvero molto salato. Una cifra che ha lasciato tutti a bocca aperta. Andiamo a scoprire cosa è successo.

Tra le tante possibilità di acquisire un auto c’è anche quella del noleggio. Una strada che molti percorrono quando si trovano in un’altra città e sono impegnati in alcune commissioni. Proprio questo è accaduto a Giovanna Boniface. La donna era impegnata in un viaggio da Vancouver a Toronto.

Auto, conto
Adobe Stock

La donna canadese è stata vittima di una disavventura che gli è costata, almeno inizialmente, cara. Come detto, Giovanna era impegnata in un viaggio per aiutare sua figlia a trovare una sistemazione in vista dell’università. Complici altre commissioni, ha deciso di noleggiare un auto così da risolvere alcuni punti che aveva in programma. Tra cui un incontro con sua suocera.

Sappiamo bene come un’auto a noleggio abbia delle regole ben precise. Questa volta, però, qualcosa non ha funzionato e ha portato sull’estratto conto della donna una cifra inaspettata. La società, infatti, le ha addebitato una cifra di 8.000 dollari canadesi, 6.000 euro. Il motivo, però, ha ancora più spiazzato.

Il noleggio dell’auto le costa 6.000 euro: il motivo sono i tanti chilometri percorsi

Come riferito a Ctv news, Giovanna Boniface aveva preso un auto a noleggio per completare alcune commissioni in città. Poco dopo è andata a Kitchener per incontrarsi con sua suocera a circa un chilometro di distanza. Dopo aver concluso il tutto, ha riconsegnato l’auto. Salvo poi scoprire che sull’estratto conto segnava 36.482 chilometri. Cosa che ha portato a dover pagare una cifra molto alta per il noleggio.

In pratica, per l’azienda la donna avrebbe percorso tantissimi chilometri. Il momento della scoperta è avvenuto mentre la donna era in aeroporto in attesa del suo volo per Parigi. In un primo momento ha chiamato il servizio clienti. Il tentativo, però, è stato del tutto vano.

Nei giorni a seguire, la donna ha pubblicato su Twitter la fattura. Scatenando una grande curiosità sia negli utenti che nei media locali. Alla fine, però, Giovanna Boniface ha avuto la meglio ed è riuscita a risolvere un problema da 8.000 dollari canadesi. La donna, infatti, ha atteso qualche giorno prima di vedere il rimborso sul suo conto.

Dall’altra parte, l’azienda ha chiesto immediatamente scusa alla signora. Resta il fatto che è molto strano e particolare questo tipo di svista. Difficilmente può esserci un errore del genere. Al di là delle motivazione, però, tutto si è risolto in maniera serena con il rimborso. Questa esperienza ha sicuramente segnato la donna che, magari, si porrà qualche domanda prima di procedere ad un nuovo noleggio.