Covid, cosa fare in caso di positività? Arrivano alcune modifiche

In tema di positività al Covid arrivano alcune modifiche diffuse dal Ministero della Salute. Le modifiche riguardano l’isolamento e la quarantena. Vediamo insieme cosa cambierà. 

Ci si avvicina sempre di più ai periodi più freddi. Periodi in cui, secondo gli esperti, i numeri di positivi al Covid aumenteranno certamente. Per tale ragione, il Ministero della Salute ha dato il via libera ad alcune modifiche sulla gestione di positivi. Sia per le persone vaccinate sia per quelli senza vaccino.

Covid, indicazioni
Adobe Stock

La gestione dei positivi è uno degli argomenti che tiene più banco in vista nei prossimi mesi. Soprattutto alla luce degli alti numeri che si sono segnalati questa estate. Con la circolare numero 37615 del 31 agosto 2022, il Ministero ha messo in campo le nuove disposizione.

La prima differenza da fare è tra quella che divide chi ha sintomi e chi non li ha. Per gli asintomatici ci sono 5 giorni di isolamento più il test negativo. Per i sintomatici ci sono sempre 5 giorni a disposizione più altri 2 in cui non si devono segnalare sintomi. Anche in questo caso, ci vorrà il test negativo. Se invece la positività continua nel tempo, dopo il 14º giorno dalla positività si potrà interrompere l’isolamento.

Covid, cambiano le condizioni: tutto su contatti, test antigienici e isolamento

Oltre al discorso dei positivi, ci sono alcune modifiche anche su altri ambiti. In prima battuta, in caso di contatto stretto il regime consigliato è sempre quello dell’autosorveglianza. In questo contesto, bisognerà usare la mascherina FFP2 sia al chiuso che in un ambiente affollato fino al decimo giorno dell’ultimo contatto. Se si segnalano sintomi in quel periodo si deve passare al test antigenico o molecolare. In caso di risultato negativo va ripetuto al quinto giorno, se ci sono ancora sintomi.

In caso di isolamento, bisogna seguire alcune regole. Oltre l’isolamento in un luogo protetto e sicuro, bisogna lavare spesso le mani. Tutto l’ambiente deve essere pulito e disinfettato ogni giorno. La spesa può esser fatta da amici o parenti. Utilizzare dei contenitori con apertura a pedale per gettare tutti i rifiuti. Evita di fare la raccolta differenziata in isolamento.

Se, invece, vivi con altre persone la prima cosa da evitare sono gli spazi in comune dell’abitazione. Gli spazi condivisi devono essere ben ventilati e la pulizia deve essere messa in primo piano. Evitare spazi con altre persone che portano il rischio di sviluppo di malattie più gravi. In caso di starnuto e tosse utilizza sempre la piega del braccio o del gomito. Riponi tutta la biancheria in un sacchetto e quando lavi lenzuola, asciugamani e altro devi farlo a 60/90 gradi con un detersivo normale. Ovviamente, separa i tuoi capi da quelli che vivono con te.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news