Bambina rapita fuori scuola, libera dopo nove anni: così è riuscita a scappare

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Una ragazza ha vissuto gran parte della sua vita sotto sequestro. L’episodio risale a quando era solo una bambina. Lei, però, non ha mollato ed è riuscita a sfuggire ai sequestratori in un certo modo.

Si ritorna a parlare di un evento drammatico accaduto nel lontano gennaio del 2013. La storia riguarda una bambina che fu adescata da una coppia fuori la sua scuola elementare. Un episodio che l’ha tenuta lontana dalla sua famiglia. Portando anni davvero tragici ai suoi cari.

bambina rapita fuori scuola
Fonte Foto Adobe stock

La vicenda è avvenuta quando una coppia ha minacciato con delle armi la bambina di Mumbai. La scusa utilizzata è stata quella di offrire un gelato. La piccola ragazza è stata prima portata a Goa e successivamente nel Kamataka. Da quel momento, la sua famiglia non ha avuto più notizie.

Sono passati tantissimi anni da quel momento, ora quella bambina ha 16 anni e insegue i suoi sogni. La via d’uscita, però, non è stata raggiunta grazie agli agenti ma grazie a lei. Da piccola, quindi, ha trovato il modo di fuggire. Ecco cosa ha raccontato alla stampa internazionale.

Bambina rapita, prima il dramma e poi la fuga: così ha trovato la libertà

Alla stampa internazionale, la 16enne ha svelato che la coppa di sequestratori voleva fortemente un figlio. Non riuscendoci hanno così deciso di procedere a questo atto brutale. Se all’inizio tutte le cose procedevano in maniera serena, dopo è cambiato tutto.

La ragazza ha raccontato che era tratta in maniera impeccabile dopo la nascita del loro primogenito la situazione peggiorò. La ragazza, infatti, racconta che si trasferirono a Bombay ed era chiusa sempre in casa. Alle volte la prendevano anche a calci e pugni. Una volta, il colpo è stato così forte che ha iniziato a sanguinare.

La giovane ragazza ha raccontato di aver tentato la fuga in svariate occasioni. Purtroppo, però, non sapeva dove andare e non aveva un cellulare. Una notte, mentre la coppia dormiva, la ragazza ha avuto accesso ad un telefono. Così ha visto su YouTube qualche video che parlavano di lei. Dopo aver visto i video ha voluto tentare nuovamente la fuga.

Questa volta ha chiesto l’aiuto alla domestica. In prima battuta, grazie ad un vicino, ha visto sua mamma in videoconferenza poi l’ha aiutata a prendere un treno direzione Mumbai. La mamma della ragazza aveva perso le speranza ma poi ha visto il ritorno di sua figlia.

La famiglia ha subito fatto denuncia e i sequestratori sono stati arrestati. La ragazza, al suo ritorno, ha scoperto qualcosa di drammatico. Suo padre era morto qualche anno mese prima. Per questo sua mamma e i suoi fratelli hanno fatto di tutto per sopravvivere. Oggi, la 16enne sta elaborando ancora il trauma ma lo vuole fare tramite l’aiuto a sua madre e gli studi.