Palloncino, stop al lancio in aria: può costarvi caro, fino a 500 euro di multa

Dobbiamo stare attenti a qualsiasi gesto, anche il più innocui come lanciare un palloncino in aria può portarci ad una sanzione. Andiamo a scoprire dove bisogna stare attenti per evitare una multa fino a 500 euro.

È molto complesso conoscere tutte le regole da rispettare per non incappare in delle sanzioni. A maggior ragione se si tratta di un gesto apparentemente innocuo. Una situazione, magari, di gioia può essere smorzata da una multa che arriva fino a 500 euro. Da ora in avanti, a tal proposito, sarà vietato il lancio del palloncino in aria.

Palloncino
Adobe Stock

Sappiamo molto bene come la questione ambientale sia diventata uno dei punti primari della nostra politica. Un argomento che non può più essere sottovalutato e che pone serie riflessione su qualsiasi attività. Anche sul lancio del palloncino. Ed è proprio in questa direzione che viaggia la normativa che vieta tale gesto. Una direzione che va pienamente nella tutela dell’ambiente.

In qualsiasi momento possiamo incappare in un errore. Soprattutto perché conoscere a menadito la legge non è sempre semplice. Si pensi che si può prendere una multa anche se si ha il condizionatore acceso. Insomma, i casi possono essere davvero tanti e, certe volte, possono essere sorprendenti. Andiamo ora a vedere dove evitare di lanciare i palloncini in aria.

Il lancio del palloncino può costarvi caro: multa fino a 500 euro

L’iniziativa della sanzione a chi lancia il palloncino in aria è stata presa dal Comune di Falciano del Massico in provincia di Caserta. Una decisione che vuole salvaguardare l’ambiente e che è stata presa dal sindaco in persona, Erasmo Fava. Gli abitanti del luogo, quindi, non potranno più lanciare verso il cielo i palloncini. Pratica molto comune in caso di feste e altri eventi simili. Pena, nel caso di violazione, di una sanzione che va dai 25 ai 500 euro.

L’iniziativa non è passata sottotraccia e Plastic Free ha lodato pienamente questa decisione. Quanto deciso dal Comune, infatti, ha permesso allo stesso di entrare nei Comuni Plastic Free 2023. L’iniziativa è stata sottolineata anche dai Verdi. Nella persona di Francesco Emilio Borrelli, infatti, il partito ha mostrato tutto il possibile apprezzamento per quanto avvenuto. Il consigliere, inoltre, ha invitato anche altre zone a prendere la medesima strada.

Il gesto del palloncino in aria è sempre stato qualcosa di unico e significativo. Se da una parte si perderà un’usanza storica, dall’altra si darà nuova e importante linfa al pianeta e all’ambiente. Alcuni potrebbero pensare che l’impatto sul sistema dei palloncini sia minimo ma comunque esiste. Queste piccole cose servono per arrivare poi ai problemi più grandi come i combustibili fossili. Si pensi che, secondo quanto analizzato dall’Università della Tasmania, studio poi pubblicato da Ocean Conservancy, i  palloncini sono al terzo posto tra i rifiuti considerati pericolosi per gli animali. Insomma, la decisione presa dal sindaco di Falciano del Massico potrebbe portare ad altre scelte in questo senso.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news