Mamma vende suo figlio, il motivo sciocca: era appena nato

Tra i casi che più hanno scioccato si segnala la vendita del figlio da parte della mamma. Il motivo ha lasciato senza parole. Ecco cosa è successo.

Di recente, abbiamo visto il caso drammatico di una piccola bambina lasciata sola in casa e successivamente trovata morta. Un episodio che ha mostrato un serio problema che, probabilmente, è ancora troppo sottovalutato. Questa volta a far parlare è un altro caso in cui una mamma, per determinati scopi, ha deciso di vendere il suo bambino.

Mamma vende figlio
Adobe Stock

Come ben sappiamo, certi casi colpiscono in maniera immediata. Sono vicende che difficilmente possono avere una spiegazione perché si tratta di un innocente che subisce una sorte davvero molto dura. Questa volta, a differenza del caso che ha sconvolto l’Italia, non si è arrivato al tragico epilogo.

La criminalità tocca vari ambiti e molto spesso si approfitta di situazioni davvero disperate. Questa volta, una mamma ha cercato di vendere il suo bambino nato pochi giorni prima per eseguire una particolare operazione. Il tutto con la complicità della vicina di casa. Andiamo a scoprire i dettagli di una vicenda che ha scioccato tutto il mondo. Ecco cosa è avvenuto.

Mamma vende suo figlio per una rinoplastica: la polizia ferma tutto

Siamo a Kaspiysk in Daghestan e una mamma ha preso la decisione di vendere suo figlio per sottoporti ad un intervento chirurgico. Precisamente una rinoplastica. La decisione è stata presa dopo aver scoperto la deviazione del suo setto nasale che le dava molte difficoltà nel momento della respirazione. Dall’altra parte, però, l’operazione richiedeva troppi fondi. Una disponibilità che la donna non aveva. A quel punto, stando a quanto riportato da Today.it, la mamma ha messo in vendita il suo bambino di appena 5 giorni.

Alla donna servivano 3.400 euro, questa è la cifra per cui avrebbe venduto il suo bambino. La 33enne, però, è stata prontamente arrestata dalla polizia poco prima della conclusione dell’affare. Secondo quanto riferito dai media russi, la donna avrebbe confessato che la vicina ha svolto funzione di intermediazione. Il tutto sarebbe dovuto avvenire dopo aver lasciato l’ospedale. La donna, si legge su Today.it, avrebbe consegnato suo figlio ad una coppia rinunciando completamente a lui.

Il caso, però, si è allargato decisamente. La polizia non ha solo fermato la vendita di un neonato ma un intero giro di minori. Di fatto, gli agenti hanno fermato anche la vicina così da stoppare un movimento davvero drammatico e spaventoso. Insomma, un caso che alla fine ha toccato tutto il mondo. Al momento, gli agenti russi hanno fermato un movimento che però tocca varie zone del mondo. Alla fine, il bambino è stato salvato ma ora dovrà essere affidato ad un’altra famiglia.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo