Dazn aumenti alle stelle: scoppia la polemica

 Sono arrivate le nuove proposte di Dazn. I prezzi, però, non hanno per nulla convinto. A tal proposito, è scoppiata una grande polemica.

La proposta sportiva di questa stagione è stata archiviata, è tempo di guardare al futuro e Dazn lo ha fatto con i suoi nuovi piani. Un aumento che ha spiazzato la maggior parte dei clienti. Gli stessi che, poi, hanno innescato una polemica nei confronti della piattaforma streaming.

Dazn
AdobeStock

Dazn è dall’anno scorso è diventato il punto di riferimento per gli sportivi italiani. Tanti i contenuti sulla piattaforme garantiti ai clienti per 19,99 euro al mese. La prossima stagione, però, le cose saranno decisamente diverse con dei prezzi che hanno portato polemiche sul web molto calde.

Già durante la stagione, la piattaforma streaming è stata al centro di polemiche. Dazn prese una decisione drastica. Un opzione prima disponibile ma che avrebbero voluto togliere in corsa. Cosa poi evitata dall’insurrezione generale dei clienti. La stessa opzione che ci sarà con un piano dedicato ma avrà un costo ancora maggiore. Andiamo a vedere la polemica che si è innescata attorno ai nuovi piani proposti dall’azienda.

Dazn, arrivano due piani: aumenti alle stelle, le polemiche

All’annuncio dei nuovi piani di Dazn, la polemica su Twitter si è fatta davvero accesa. L’azienda, infatti, ha proposto una soluzione standard a 29,99 euro e una plus a 39,99 euro. Nel piano plus c’è la famosa doppia utenza che permette di vedere in contemporanea i contenuti da due dispositivi anche non collegati alla stessa rete.

Come possiamo immaginare, la comunicazione non è affatto piaciuta. Molti hanno sottolineato che per lo stesso servizio la passata stagione si pagava 19,99 euro mentre ora si è arrivati a 39,99 euro. Anche la soluzione da 29,99 euro non ha convinto. Un cliente scrive: “30 euro al mese per vedere le partite di Serie A di fatto potendo utilizzare un solo dispositivo è vergognoso. 40 per vederlo in due, agghiacciante”. Insomma, gli aumenti non sono proprio piaciuti e molti hanno annunciato di dire addio alla piattaforma. L’aria è molto tesa e il clima non si è affatto calmato. Cosa che ha portato alla formazione dell’hashtag #Daznout.

Piano standard e piano plus: i dettagli

Abbiamo parlato di due piani per quanto riguarda Dazn. Il piano standard è quello da 29,99 euro al mese e sarà possibile registrare due dispositivi. Entrambi, però, per poter vedere i contenuti della piattaforma dovranno essere connessi alla stessa rete dell’abitazione. Si potrà utilizzare Dazn in mobilità ma a patto che non sia utilizzato tramite l’altro dispositivo registrato.

Il piano plus, invece, è di 39,99 euro e permette la registrazione di sei dispositivi. Mentre solo due dispositivi potranno guardare i contenuti contemporaneamente. Questi dovranno essere registrati e potranno godere del servizio anche se non connessi alla stessa rete internet.

Da come vediamo, gli aumenti sono davvero sostanziosi. Una scelta che ha fatto discutere e continuerà a farlo. Al momento, Dazn continua per la sua strada e vedremo cosa accadrà. Sia dalla parte dei clienti sia dalla parte della piattaforma. Di certo, la questione non si è ancora esaurita.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo