Maxi stipendio, novità in busta paga a luglio: ecco per chi e come averlo

A luglio è in arrivo un maxi stipendio per molti lavoratori. Una bella novità in prossimità delle vacanze estive. Ecco a chi spetta il bonus e come ottenerlo.

Dopo mesi di sacrifici dovuti ai tanti rincari su beni alimentari e sulle bollette che hanno afflitto milioni di italiani è finalmente in arrivo una bella novità che riguarda numerosi lavoratori. La busta paga potrebbe vedersi ingigantita grazie al bonus 200 euro, alla quattordicesima e al rimborso Irpef. Vediamo qualche dettaglio in più.

maxi stipendio
fonte foto: AdobeStock

Come anticipato, ci sono tre motivi specifici per cui molte persone potrebbero avere un maxi stipendio nel mese di luglio, utile soprattutto per coloro che hanno intenzione di passare un’estate di relax ed in vacanza. Questo riguarda diverse manovre che sono state fatte dall’esecutivo italiano negli ultimi mesi.

Tra questi c’è il bonus 200 varato dal governo per milioni di lavoratori. Ma a questo si aggiungono altri due fattori molto importanti: ovvero la quattordicesima ed il rimborso fiscale del modello 730. È importante sapere che non tutti possono vedere queste tre componenti sommate nella busta paga del mese di luglio.

Maxi stipendio a luglio: ecco che cosa fare per averlo

È importante sapere che il bonus 200, che potrebbe essere restituito se non si sta attenti al dettaglio, arriverà nell’assegno mensile per metà dei lavoratori nel mese di luglio. Questo viene erogato una tantum ed è assegnato in via automatica sulla busta paga del lavoratore in questione.

Per quanto riguarda la quattordicesima, questa non è una novità che a luglio viene pagata ai lavoratori in diversi settori. Parliamo di persone che lavorano nel terziario, nel commercio, nel turismo, nei settori alimentari e chimici. Ma anche nelle pulizie e multiservizi, ed anche per coloro che si occupano di autotrasporti e logistica.

Quello che invece non tutti sanno e che quindi può essere una novità per molti è che il rimborso Iperf non sarà sommato a tutti nella busta paga. Questo perché dipende dalle tempistiche in cui si effettua la dichiarazione dei redditi con il modello 7e30. Come si legge sul quotidiano il Corriere della Sera, è importante affrettare questa pratica, anche perché i tempi di rimborso comunicati dall’Agenzia delle entrate non sono molto rapidi.

Solamente coloro che sono stati veloci nel fare la dichiarazione dei redditi possono sperare di avere il rimborso Irpef nella busta paga di luglio. Altrimenti dovranno aspettare i mesi successivi. Quindi, affinché lo stipendio possa definirsi “super” o “maxi” è importante che ogni persona inizi a raccogliere tutti i documenti per la dichiarazione. Anche perché presto sarà disponibile anche il modello precompilato.