Studiare e lavorare insieme: 4 consigli

Studiare e lavorare insieme è sicuramente possibile, da sempre, ma al giorno d’oggi abbiamo l’opportunità di sfruttare degli strumenti che rendono il tutto decisamente meno problematico. Non vale la pena dunque rinunciare alla propria formazione professionale perché convinti di non trovare il tempo da dedicare a tale attività.

formazione online

In molti casi, anzi, studiare e lavorare insieme si rivela decisamente utile perché permette di aprirsi nuove strade anche in campo professionale e trovare finalmente la motivazione giusta per abbandonare un impiego che è diventato ormai troppo opprimente.

Ecco allora alcuni consigli utili per conciliare al meglio studio e lavoro, senza rischiare di impazzire.

#1 Approfittare della Formazione a Distanza

Senza ombra di dubbio, al giorno d’oggi conviene approfittare della FAD (Formazione a Distanza) e del metodo dell’e-learning, che permette di studiare senza dover frequentare personalmente le lezioni in aula. Possiamo trovare oggi degli ottimi corsi di formazione online, che sono riconosciuti e consentono di ottenere attestati di grande valore come quelli proposti da CORSICEF (Centro Europeo di Formazione). Per riuscire a conciliare al meglio i propri impegni lavorativi con lo studio, scegliere un corso di formazione a distanza è senza dubbio il primo passo da compiere. Frequentare le lezioni in aula significherebbe infatti perdere moltissimo tempo prezioso e stancarsi anche molto di più, tra spostamenti ed incombenze varie.

#2 Organizzarsi per ottimizzare il tempo

Per riuscire a conciliare al meglio lo studio con il lavoro è anche fondamentale essere in grado di organizzarsi per ottimizzare il tempo che si ha a disposizione al massimo. Avere un’agenda è dunque d’obbligo, così come imporsi degli orari ben precisi per seguire le lezioni (anche se a distanza) e dedicarsi allo studio. Senza pianificare le varie attività si rischia di perdere di vista i propri obiettivi e di non riuscire a rispettare le scadenze.

#3 Sfruttare i tempi morti

Altrettanto fondamentale, per chi studia e lavora insieme, diventa la capacità di sfruttare tutti i tempi morti. I pendolari ad esempio possono approfittare del viaggio in treno per raggiungere il luogo di lavoro per dedicarsi allo studio. Può sembrare una cosa da poco, ma in realtà fa una grandissima differenza e si riescono ad evitare moltissime perdite inutili di tempo. D’altronde, i tempi morti ci sono sempre nell’arco di una giornata ed approfittarne per ripassare una lezione o per studiare un concetto in particolare è senza dubbio il modo migliore per conciliare tutti gli impegni.

#4 Concedersi dei momenti di relax

Un ultimo consiglio per chi studia e lavora insieme è quello di concedersi dei momenti di relax, di pausa vera e propria. Dedicare ogni attimo del proprio tempo libero allo studio può infatti rivelarsi decisamente sconveniente, perché ad un certo punto subentra per forza di cose la stanchezza e se non è quella fisica è quella mentale. Nessuno di noi è una macchina ed il cervello, se sovraccarico di informazioni, tende a funzionare male. Conviene dunque dedicare qualche momento della propria giornata o della settimana al riposo: concedersi una pausa da tutto e divertirsi perché solo così facendo si riescono ad ottenere i risultati migliori.