Chi sono i Grandi Elettori? Ecco quanto ci costano, guadagni da capogiro!

I Grande Elettori sono una parte fondamentale per l’elezione del Presidente della Repubblica. Ecco chi sono e quanto guadagnano. 

È iniziato ufficialmente il percorso per eleggere il nuovo Capo dello Stato italiano. Un’iter storico che coinvolge le Camere riunite in seduta comune che dovranno votare il nome per avere il dopo Mattarella.

Grandi Elettori stipendio guadagno chi sono

Questo pomeriggio, 24 gennaio 2022, è il giorno dell’inizio dell’iter che porterà all’Italia un nuovo inquilino al Quirinale. Sergio Mattarella, infatti, ha già rifiutato la proposta di un possibile secondo mandato, rimettendo al Parlamento la decisione in merito al futuro della presidenza della Repubblica.

Il Parlamento, convocato in seduta comune dal presidente della Camera, Roberto Fico, dovrà quindi prendersi la responsabilità di eleggere il Presidente della Repubblica. Tantissimi sono i nomi circolati in questi giorni, ma per la prima votazione si vocifera che a vincere sia la cosiddetta “scheda bianca”.

Quello che è sicuro è che quello che vivremo da oggi è un appuntamento importante e fondamentale per la democrazia italiana. Un nome che uscirà dalle prossime ore. Tanto che i leader dei principali partiti italiani si sono riuniti per decidere chi potrebbe essere la figura considerata autorevole per mettersi a Capo dello Stato. Ma vediamo chi sono i Grandi Elettori.

Minacce a Mattarella: le indagini stanno portando ai primi indagati

Quanti sono i Grandi Elettori italiani?

Sappiamo molto bene che il nome del Presidente della Repubblica non sarà eletto direttamente dal popolo italiano. La nomina spetterà ai rappresentati parlamentari che vengono eletti dagli italiani durante le elezioni politiche. Questi siedono per cinque anni nella Camera dei Deputati e in Senato. Ma ci sono anche i rappresentanti locali.

Sono proprio loro che vengono definiti come “Grandi Elettori”. A spiegare chi sono questi è la nostra Costituzione che, grazie all’articolo 83, stabilisce che il Capo dello Stato è eletto “dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri e dai tre delegati per ogni Regione. Eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato”, recita la Carta firmata dai nostri Padri Costituenti.

Per farla breve, i Grandi Elettori sono 630 deputati, 321 senatori (315 eletti e 6 a vita) e 58 delegati regionali. In tutto quindi sono 1009 Grandi Elettori che avranno il compito di indicare chi dovrà andare ad abitare al Quirinale dopo Sergio Mattarella, che in questi anni si è fatto accompagnare dalla figlia Laura perché la moglie è morta nel 2012.

Giovanni Grasso, chi è? Mattarella, la moglie e Il caso Kaufmann

Il numero però non è sempre lo stesso. Questo subisce una variazione in base alla Legislatura. La variabile che potrebbe andare ad influire sono i seggi vacanti nel Parlamento e il numero dei senatori a vita. Anche questi subiscono dei mutamenti. Ricordiamo che il Presidente della Repubblica rimane in carica per i sette anni che è la durata del mandato.

Per quanto riguarda il guadagno, sappiamo che i senatori ricevano uno stipendio mensile di  14.634,89 euro. Invece i deputati hanno una pensione che ammonta a 13.971,35 euro. Questo senza contare l’indennità di funzione che potrebbe far lievitare la cifra.