Canone RAI 2022, i tempi per l’esonero stringono: ecco come fare

I tempi per inviare la dichiarazione per l’esonero per il canone RAI stringono. Ecco cosa presentare e in che modo all’Agenzia delle Entrate.

Canone Rai, esonero (AdobeStock)
Canone Rai, esonero (AdobeStock)

Il canone RAI è ormai una tassa che pagano praticamente tutti. Dal 2016 è inserita nella bolletta dell’energia elettrica. Quindi, si paga ogni volta che arriva la fattura dal gestore di riferimento. Ma ci possono essere delle situazioni in cui è possibile sottrarsi al pagamento.

Per chiedere l’esenzione, però, bisogna fare presto. La scadenza per l’invio della dichiarazione sostitutiva di esonero all’Agenzia delle Entrate si avvicina. Come ben sappiamo, l’utente deve dimostrare che, nonostante il contratto di energia elettrica, non ha nessun televisore a disposizione.

L’unica strada percorribile è quella di una dichiarazione sostitutiva, specificatamente quadro A. In tale dichiarazione si deve affermare che non sia ha nessuna tv a disposizione. Andiamo a vedere fino a quando è possibile inviare la dichiarazione e come fare.

Canone RAI: come chiedere l’esonero?

In questo caso bisogna fare attenzione ai tempi. Se la dichiarazione viene inviata entro il 31 gennaio si ha l’esonero per tutto il periodo d’imposta. Diverso il discorso se la domanda viene inviata tra il primo febbraio e il 30 giugno. In questo caso, l’esonero si avrà a partire dalla seconda parte dell’anno. Per il 2022, l’esenzione si avrà per tutto l’anno se la dichiarazione viene inviata entro il 31 gennaio. Successivamente, invece, si avrà un’esenzione da luglio a dicembre. Mentre con una dichiarazione inviata dopo il 30 giugno 2022, come riportato dal sito investireoggi, si avrà l’esenzione dal 2023.

Dunque, la dichiarazione sostitutiva per l’esonero può essere inviata in vari modi. La prima è quando il contribuente accede tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate. Questo passaggio può essere lasciato fare anche da un intermediario. Altro modo è la PEC, posta elettronica certificata, con firma digitale al seguente indirizzo [email protected]. In ultima analisi c’è sempre la forma cartacea. Questa va spedita all’Ufficio Canone TV – c.p22 Torino . Con raccomandata senza busta e con copia di un documento di riconoscimento.

LEGGI ANCHE >>> Canone RAI in affitto, chi è che paga? I dettagli che non tutti sanno

L’unica accortezza è di rifare la domanda annualmente. Questo perché, la dichiarazione sostitutiva, ha scadenza annuale. Per avere l’esonero è sempre necessario effettuare la dichiarazione di riferimento.