Parmigiano Reggiano, non si placa la polemica: ora viene messo in mezzo Troisi

Continuano le polemiche sui social in merito alla pubblicità del Parmigiano Reggiano. Adesso viene tirato in mezzo anche Massimo Troisi. Ecco di cosa si tratta.

Parmigiano Reggiano (Twitter)
Parmigiano Reggiano (Twitter)

Da ieri non si placa la bufera sul Parmigiano Reggiano dopo il nuovo spot in cui troviamo Renatino che lavora 365 giorni l’anno. “Ma davvero lavori 365 giorni l’anno e sei felice?”, domanda una ragazza nella pubblicità a Renatino che risponde un secco: “Sì”. Da quel momento sui social si è scatenata una bufera.

Sono bastati 30 secondi diretti dal regista Paolo Genovese, dove c’è anche l’attore Stefano Fresi, per accedere il web. Moltissimi utenti hanno accusato l’azienda di sfruttare i lavoratori, facendoli lavorare 365 giorni l’anno. Il focus si è posato proprio su Renatino che viene applaudito ed esaltato proprio per la sua dedizione al lavoro nello stabile dove viene prodotto il Parmiggiano.

La risposta di Stefano Fresi

Nella pubblicità vediamo anche l’attore italiano Stefano Fresi, il quale ha risposto alla “quantità di messaggi e insulti” su quanto accaduto. Ha sottolineato quanto le polemiche fossero sterili, visto che si trattava di finzione. “Si può dire che è brutta, che è bella, ma non farne una lotta di classe, di politica, di diritto del lavoro, di sfruttamento dei lavoratori, perché non è un documentario, è una finzione”, ha detto.

Anche l’azienda ha risposto alle tante critiche. A parlare in nome di tutti è stato Carlo Mangini, direttore comunicazione, marketing e sviluppo commerciale del Consorzio Parmigiano Reggiano. Ha sottolineato come hanno raccolto tutti i suggerimenti letti in rete e che si li ha indotti “a modificare lievemente la pianificazione della campagna”.

Parmigiano Reggiano, ‘Renatino’ come ‘Robertino’ di Ricomincio da tre

Oltre all’indignazione e alle polemiche, sui social si è scatenata anche una fervente ironia. Tanto che alcuni hanno paragonato Renatino della pubblicità al famoso Robertino del film di Massimo Troisi, Ricomincio da Tre. Il personaggio della pellicola è un ragazzo attempato che, a causa dell’oppressione materna, è stato costretto a vivere relegato in casa.

LEGGI ANCHE >>> Google contro le pubblicità fastidiose: cancellate ben 600 app

Così alcuni utenti hanno deciso di pubblicare una sequenza cult in cui si vede Gaetano, il personaggio di Massimo Troisi, consigliare a Robertino di uscire da quella casa godersi la vita: “Devi uscire, ti devi salvare. Ti hanno rinchiuso dentro questo museo”. Un consiglio che viene dato a Renatino della pubblicità.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo