Esiste un modo per risparmiare sul riscaldamento: rimarrai senza parole

I rincari della luce e del gas rischiano di mettere in ginocchio le nostre già precarie finanze. Risparmiare è la parola d’ordine.

Termosifoni

Esiste un metodo concreto e non dispendioso per evitare “bagni di sangue”, ad esempio, sul riscaldamento di casa in pieno inverno? Gli annunciati rincari delle fatture domestiche sono già arrivati e potrebbero rappresentare l’ennesimo colpo di mannaia sulle nostre già magre finanze.

La media dei cittadini italiani non sta attraversando una situazione certo felice. Gli aumenti sulle bollette di luce e gas, quando stavamo percorrendo i primi piccoli passi per risalire la china e intravedevamo bagliori di luce, dopo il buio tunnel della crisi acuita dal Covid, arrivano nel momento meno indicato.

Inutile dirlo, non è retorica, ma in questo frangente, leggere di aumenti di fatture della corrente elettrica non ci conforta.

Risparmiare sul riscaldamento: non una possibilità, ma un imperativo categorico

E ci riferiamo anche ai piccoli commercianti, ai laboratori artigianali, che passano da 10 centesimi chilowatt orari a 14 centesimi chilowatt orari, di certo non ci fa dormire la notte.

Ci domandiamo allora se esistono accorgimenti non dispendiosi (come potremmo sostenere ulteriori investimenti) per provare a risparmiare in particolare sul riscaldamento di casa.

Con l’arrivo dell’inverno e con il freddo, in numerose Regioni d’Italia, tra novembre e marzo, non sarà semplice gestire il complesso equilibrio tra calore delle mura domestiche (pensiamo a bambini, anziani, soggetti fragili) e la necessità, indispensabile, di non vedersi arrivare fatture con cifre da capogiro.

I termosifoni in casa certo scaldano ma comportano una spesa non indifferente sulla bolletta! Un modo per ridurre il caro bolletta è eliminare le dispersioni di calore, utilizzando i pannelli cosiddetti termoriflettenti da posizionare dietro ai termosifoni.

Si tratta di un metodo semplice, veloce ed economico, ma vediamo nel dettaglio le caratteristiche e i vantaggi dei pannelli termoriflettenti.

Evitare le dispersioni di calore per non incorrere in bollette da svenimento

Quando l’abitazione non viene isolata adeguatamente, una parte del calore proveniente dal riscaldamento si disperde, soprattutto se i termosifoni sono stati installati a ridosso delle pareti esterne.

Per ovviare al problema possiamo ricorrere ai pannelli termoriflettenti. Sono costituiti da una struttura interna in polietilene espanso. Si tratta di un materiale che si rivela isolante, termoresistente, ignifugo e anche atossico e da una struttura esterna costituito da un foglio di alluminio che funge da termo riflettore.

I pannelli termoriflettenti vanno messi nella parete dietro ai termosifoni. Il loro impiego consente un miglioramento del rendimento di circa il 10%, limitando le dispersioni e aumentando il calore all’interno delle stanze, con conseguente risparmio sulla bolletta.

Le stanze si scalderanno più velocemente e una volta raggiunta la temperatura, il calore all’interno dell’ambiente durerà più a lungo, limitando così ulteriori consumi.

I pannelli termoriflettenti vengono venduti direttamente in rotoli, con un costo intorno ai 7 – 9 euro al mq, possono essere tagliati in modalità fai date, mediante l’uso di un taglierino o di un paio di forbici robuste.

Risparmiare sul riscaldamento, pannelli termoriflettenti: la soluzione fai da te per svoltare

Per fissarlo alla parete, si può ricorrere a un biadesivo piuttosto forte. Oppure possiamo usare colla liquida ad acqua. In alternativa si può fissare con dei chiodini da muro.

Altro modo per installare i pannelli termoriflettenti, è l’uso di un filo di nylon trasparente, da infilare ai margini della superficie del pannello, per fissarlo poi alle staffe di sostegno dei termosifoni. Va fatto non dimenticando di rivolgere la parte argentata in alluminio verso l’interno della stanza.

LEGGI ANCHE >>> Affitto gratis al 100%, lo dice l’Agenzia delle entrate: tutti i beneficiari

Da un punto di vista estetico, la stanza non ne risente. Questo accade perché che i pannelli vengono nascosti dai termosifoni. In tal caso è importante che il pannello non sia più grande del termosifone.