Dramma nel cinema: lutto durante le riprese del film

Il famoso attore Alec Baldwin ha “accidentalmente” ucciso la direttrice della fotografia e ferito il regista del film Rust che stava girando in New Mexico. Ecco come sono andati i fatti.

Alec Baldwin (Getty Images)
Alec Baldwin (Getty Images)

Incredibile quello che è accaduto ad Hollywood in queste ultime ore. L’attore americano Alec Baldwin ha ucciso accidentalmente la direttrice della fotografia e ferito il regista del film che sta co-producendo e girando nello stato del New Mexico, negli Stati Uniti. Ad informare della tragedia è stata la polizia americana giovedì 21 ottobre.

Il 63enne attore statunitense si è reso particolarmente popolare negli Stati Uniti negli ultimi anni per le sue imitazioni di Donald Trump nel famoso show satirico Saturday Night Live. Come accennato, attualmente è impegnato sul sete di un film che si è co-autoprodotto.

Il film in questione si chiama Rust ed è un western scritto e diretto da Joel Souza, con Alec Baldwin come co-produttore e nei panni del fuorilegge Harland Rust, che viene in aiuto del nipote di 13 anni condannato all’impiccagione per un omicidio accidentale.

Tragedia al cinema, Alec Baldwin spara e uccide sul set: ecco come sarebbe andata

Le due vittime della vicenda sono state colpite durante le riprese del film Rust. Pare che la pistola di scena non era caricata a salve, bensì aveva in canna dei proiettili. La direttrice della fotografia Halyna Hutchins, 42 anni, è stata trasportata immediatamente in elicottero in un vicino ospedale, dove è stata dichiarata morta dai medici.

Per quanto riguarda, invece, il regista Joel Souza, 48 anni, questo è stato ricoverato in terapia intensiva. Le prime voci che sono arrivate lo vedono in “condizioni critiche”. Secondo quanto detto dal portavoce della produzione, si tratta di un “incidente” da imputare ad un grave errore di scena.

Le indagini sono proseguite durante tutta la giornata di giovedì. In serata, gli inquirenti hanno ascoltati i testimoni. Anche Baldwin è stato interrogato dalla polizia. L’attore, quanto affermato dalla polizia, si è presentato volontariamente, rilasciando dichiarazioni e rispondendo alle domande su quello che è accaduto.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nel cinema: dramma per i fan di Harry Potter

Per il momento, in questa fase, non è stato avviato alcun procedimento penale e non c’è stato alcun arresto, afferma la nota. Vedremo se nelle prossime ore ci saranno aggiornamenti o se il caso sarà archiviato come “negligenza”.