Questi alimenti potrebbero essere un vano ricordo: ecco cosa può accadere

Il problema del riscaldamento ambientale non inciderà solo sulla terra ma anche sulla nostra tavola. Potremmo non vedere più questi alimenti.

Alimenti (AdobeStock)
Alimenti (AdobeStock)

Con il passare del tempo, il problema del riscaldamento globale diventa un tassello fondamentale per l’esistenza umana. Il pianeta sta risentendo di tutte le evoluzioni tecnologiche e le conseguenze sono letteralmente devastanti. Stiamo assistendo allo scioglimento dei ghiacciai, alluvioni e inondazioni che avvengono con maggior frequenza e altri fenomeni negativi. In questo rientra un altro problema: alcuni alimenti potrebbero non esistere più.

Molto di quello che arriva sulle nostre tavole è prodotto dalla terra. Con il riscaldamento globale, tantissimi campi da coltivazione potrebbero essere distrutti. Per questo motivo ci sono 5 alimenti che potrebbero subire una sorte devastante. Questi sono: caffè, cioccolato, vaniglia, spezie e la carne.

I prodotti potrebbero anche aumentare di prezzo. Perché, oltre al citato problema ambientale, ci sarebbe un aumento di costi nella produzione. Gli esperti sostengono che la tassa degli alimenti ad alto impatto ambientale condurrebbe ad una qualità maggiore. Ma con l’aumento dei prezzi, non tutti potrebbero permettersi tali alimenti.

La situazione dei 5 alimenti che potrebbero scomparire

L’impatto del riscaldamento globale non è solo sulla terra ma anche sulla quotidianità di tutti noi. Ora, le conseguenze colpiranno anche alcuni alimenti che sono tra i più consumati e che vengono quotidianamente utilizzati. Ecco come potrebbe cambiare la situazione:

  • Vaniglia: Questo alimento è utilizzato per preparare dolci. Senza, sarà più difficile prepararli ma tutto dipenderà dal Madagascar. Già nel 2017 c’è stato un rincaro pesante sul costo. Un chilo è arrivato a costare sui 600 dollari per colpa di un ciclone che distrusse una buona parte del raccolto.
  • Le spezie: In questo caso il problema sono i parassiti. Le tante e frequenti piogge portano ad avere un terreno di coltivazione umido così da far proliferare gli insetti. Questi, inevitabilmente, danneggiano le piante così da far diminuire le coltivazioni.
  • La carne: Con l’aumento dei costi di produzione potrebbe diventare un bene di lusso. Non solo l’impatto ambientale ma anche l’aumento della popolazione mondiale saranno un fattore importante per il destino della carne. Oggi, sempre più persone non mangiano carne per questioni etico e morali. Con gli altri fattori, potrebbe scomparire completamente il consumo della carne.
  • Cioccolato e caffè: Questi sono tra i due prodotti più consumati. La produzione del cacao è a rischio dal 2013. E piano piano, sarà sempre meno sostenibile. La stima fatta dagli esperti è tremenda. Si parla del fatto che nel 2050 le zone di coltivazione di questi alimenti saranno dell’88% in meno rispetto a oggi.

LEGGI ANCHE >>> Occhio a questi alimenti: sono vitali per il nostro organismo

Se non si cambierà velocemente direzione, il proseguimento su questa terra sarà sempre più complesso e ostico per il genere umano. Serve correre velocemente ai ripari anche se, la sensazione, è che sia troppo tardi.