Lutto nel cinema: morta la star de Il giro del mondo in 80 giorni

Lutto nel mondo del cinema internazionale: ci lascia, all’età di 90 anni, un volto noto del grande schermo. Un personaggio con quell’aplomb tipico britannico, che si riconosce lontano un miglio.

Lutto nel cinema (adobe stock)
Lutto nel cinema (adobe stock)

Lutto nel cinema: addio all’attore scozzese Robert Fyfe

Ci lascia il 90enne Robert Fyfe, nato nel settembre del 1930, scozzese di Kirkcaldy, attivo fino al 2017 nel mondo del cinema.

Lutto nel cinema: star della lunghissima serie inglese “Last of the Summer Wine”

Lo abbiamo apprezzato e conosciuto soprattutto da metà anni 80, nella lunghissima serie “Last of the Summer Wine”, 31 incredibili stagioni che raccontano la vita di tre arzilli anziani mai davvero cresciuti. Tre uomini che scappano dalle loro responsabilità, e soprattutto dalle loro assillanti mogli, e vivono particolarissime avventure, per la loro età, in giro per il mondo. Strano ma vero sempre di Giro del Mondo, parliamo, ma quello cinematograficamente più celebre, quando questo attore nel 2004 viene ingaggiato per una delle più celebri pellicole dei tempi recenti.

In età avanzata arriva anche Hollywood

Ha recitato accanto a Steve Coogan e Jackie Chan, proprio ne “Il Giro del Mondo in 80 giorni”, interpretando, accanto ad altre grandi star, il ruolo del “Signor” Jean Michel. Forse per lui una delle più belle occasioni, negli ultimi anni della sua vita. La storia la conosciamo, ma ogni volta che una nuova pellicola ce la racconta, magari in modo diverso, al botteghino è sempre un successo straordinario.

Il Giro del Mondo in 80 giorni: lui era Jean Michel

Titolo originale del libro Le Tour du monde en quatre-vingts jours. E’ la storia dell’eccentrico nobile e miliardario britannico Willie Fog (Steve Coogan), che in compagnia del fidato Passepartout (Chan) decidono di provare a circumnavigare il globo, in 80 giorni. Partono dopo una scommessa con gli amici, di 20mila sterline.

La rivoluzione industriale

Sullo sfondo la rivoluzione industriale. E l’affascinante possibilità dell’autore di raccontare come lo sviluppo di nuovi modelli di trasporto, treni, battelli, avesse aperto alle persone possibilità infinite che prima non c’erano.

LEGGI ANCHE >>> Lutto nel cinema: dramma nel cast di Sex and the City

Poche settimane prima era deceduta la moglie Diana

Robert Fyfe (facebook)
Robert Fyfe (facebook)

Robert Fyfe è deceduto poche settimane dopo il decesso della moglie Diana. Una vita insieme, oltre 50 anni di matrimonio li hanno legati. Una di quelle coppie, inossidabili, che solo la morte ha potuto separare.