Auto, questa abitudine è da evitare in estate: può costare caro

In estate, può esserci per alcuni un abitudine, quando si guida, che può costare davvero caro: ecco a cosa prestare molta attenzione

Auto, questa abitudine da evitare in estate: può costare caro
Guida auto (fonte foto: Adobe stock)

Quando si parla di auto, motorini, scooter e altri veicoli ancora, è sempre importante tenere presente che va tenuta la massima attenzione, e che alcune abitudini possono costare caro e esporre chi le adotta ad alcuni rischi. Ma ecco di che cosa si tratta.

In estate, le alte temperature e quella sensazione di sfuggire al caldo dal più piccolo al più grande dei dettagli, può portare le persone ad indossare scarpe aperte in molteplici occasioni. È qualcosa che contrasta il caldo, siano esse ciabatte o infradito.

Tuttavia, va tenuto presente che quando chi si mette alla guida, ci si pone ad un rischio e ad alcune possibili brutte sorprese.

Come viene riportato da diversi siti di informazione, in passato il Codice della Strada vietava esplicitamente di guidare con le infradito, sandali e calzature simili, tuttavia tale divieto è stato eliminato nel 1993. Ma il Codice della strada, a proposito della sicurezza, indica un punto estremamente importante da tenere presente.

Auto, guidare con le infradito o le ciabatte si può? Il rischio per l’assicurazione

Stando a quanto emerge da proiezionidiborsa.it e da molti siti di informazione che hanno approfondito la questione, sembra dunque che non vi sia una norma, sin dal 1993, che vieti l’utilizzo di ciabatte quando si è alla guida.

Tuttavia, è bene sottolineare che una eventuale tale scelta espone il guidatore a degli importanti e concreti rischi, poiché il conducente è tenuto ad autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori, poiché deve garantire un’azione di guida efficace con i piedi.

Un eventuale abbigliamento (ed accessori) che non garantisce ciò può essere anzitutto pericoloso tanto per chi guida che per gli altri che sono sulla strada, ma può costituire anche un elemento di colpa, in caso di incidente, qualora venga dimostrato una non compatibilità del suo utilizzo nella specifica situazione. La conseguenza riguarderebbe il risarcimento dei danni.

Rispetto infatti al codice della strada, nell’articolo 140 si può leggere: “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale.”

Nell’articolo 141, si può leggere anche che: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.”

LEGGI ANCHE >>> Maltempo, oltre il danno la beffa: 2 punti patente e multe salate, occhio al rischio

Nel caso di guida in ciabatte ed un incidente, la Polizia Di Stato potrebbe riddare il verbale indicando l’inadeguatezza delle calzature usate come causa dell’incidente, e l’assicurazione potrebbe quindi sceglie di rivalersi sull’automobilista.

Potrebbe essere dunque indicato che la guida in ciabatte ha compromesso la sicurezza, con il rischio di vedersi negati poi la liquidazione dei danni.