Caccia al serpente, scatta l’allarme: paura tra i cittadini

In un comune molisano è stato avvistato un serpente alle porte della città. Il sindaco ha dato l’allarme. Adesso si cerca il rettile. 

Serpente (Adobe Stock)
Serpente (Adobe Stock)

In un piccolo comune del Molise in provincia di Isernia la calma estiva si è trasformata in paura. I mille e cinquecento abitanti di Sant’Agapito sono stati allarmati per via dell’avvistamento di una serpente alle porte della piccola località. Il rettile sembrerebbe avere le sembianze di un cobra, tuttavia c’è la massima allerta.

L’animale pare che sia stato avvistato nella tarda mattinata di ieri, giovedì 22 luglio. Era a spasso vicino la ferrovia del comune, proprio dove finiscono le campagne ed iniziano le abitazioni. A dare la notizia è stato un cittadino del paesini che passava in Viale delle Scienze e ha scattato una foto che poi ha girato alle istituzioni locali.

Appena la notizia è arrivata al sindaco di Sant’Agapito, Giuseppe di Pilla, il comune è stato messo immediatamente in stato di allerta. Inoltre, il primo cittadino ha avvisato subito le autorità di polizia locali, la prefettura e tutti gli altri enti e organizzazioni per cercare di evitare delle conseguenze drastiche per gli abitanti.

Avvistato il serpente in città: paura tra gli abitanti

Gli abitanti di Sant’Agapito stanno convivendo con la paura di convivere con un serpente. Il rettile, avvistato nella giornata di ieri alle porte del comune molisano, si potrebbe aggirare tra le persone. Per questo motivo, il sindaco del Paese ha allertato tutti i cittadini, lanciando un comunicato ufficiale.

Dopo aver emanato un’ordinanza, per mettere in stato di allerta anche le zone limitrofe, il sindaco ha detto di fare molta attenzione. Il primo cittadino del paese in provincia di Isernia, inoltre, ha raccomandato i paesani di non uscire dalle proprie abitazioni, tranne se c’è da fare una cosa strettamente necessaria.

“Fate molta attenzione. Su tutta la zona, sarà emessa un’ordinanza di assoluto divieto di accesso ai campi circostanti – ha detto il sindaco – in particolare in presenza di siepi e sterpaglie”. Dopo l’allarme, sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Isernia, i Carabinieri di Monteroduni e la Forestale di Isernia.

Con loro sono arrivate anche le associazioni animaliste di Campobasso. Secondo le ultime notizie, pare che le ricerche non hanno portato alcun esito. Tuttavia, si continua a cercare il serpente anche nelle prossime ore.