Platinette dopo la dieta miracolosa: “Una questione di testa” (FOTO)

Platinette, noto personaggio televisivo e radiofonico, si è sottoposto ad una dieta ferrea. I risultati sono molto soddisfacenti.

Platinette (GettyImages)
Platinette (GettyImages)

Platinette, nome d’arte che risponde al nome di Mauro Coruzzi, ha parlato della sua dieta, considerata “miracolosa”. Lo ha fatto con la consueta tagliente sfrontatezza, alla trasmissione Lunatici di Radio 2.

Il conduttore radiofonico e televisivo ha evidentemente perso molto peso, e i risultati si possono constatare dalle foto sottostanti. La rivelazione è però sconvolgente: «sostanzialmente non è cambiato nulla», afferma. Ma è davvero così? Niente di ché, nessuna formula magica. Molto di più.

La dieta di Platinette, una questione di sopravvivenza (e di testa)

Racconta il celeberrimi personaggio televisivo che ad essere cambiata è soprattutto la disposizione di una “testa bacata”, che tale rimane nei confronti del cibo. Si vizia ancora con il cibo a domicilio, Mauro Coruzzi. Non rinuncia né al cibo spazzatura né alle prelibatezze della sua amata Emilia-Romagna, dal tortello al parmigiano, fino al culatello.

Le quantità, tuttavia, sono modiche, e le calorie assunte decisamente minori. L’autocontrollo è riuscito a fare la differenza. «Ho deciso di sopravvivere a me stesso, da un po’ di mesi a questa parte. All’inizio della pandemia mi è venuta voglia di mangiare meglio. Ho pensato di utilizzare il mio tempo provando ad entrare nella virtù, come prima ero entrato nel vizio», ha raccontato.

L’ha definito solo l’inizio di un lungo percorso psicanalitico, per sentirsi meglio dal punto di vista sanitario e per ritrovare il piacere di muoversi e passeggiare senza sforzi eccessivi. Soprattutto, per dedicarsi alle sue nuove e vecchie passioni. Platinette, rinvigorito da una forma fisica migliore, ha ripreso a cantare durante le ore notturne.

La spinta principale che l’ha condotto a impostare un nuovo rapporto con il cibo e con il proprio corpo è stata determinata da un forte “senso di sopravvivenza”, da un nuovo afflato alla vita.

LEGGI ANCHE >>> Platinette: “Le influencer? Pessimo esempio per i giovani”

Parla senza mezzi termini di “mostro” per definire la propensione fuori controllo al consumo di cibo. Un mostro da addomesticare e da riconvertire, senza troppe ed eccessive rinunce. Un mostro che impone un cambiamento nella propria vita oltre che nelle abitudini alimentari.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news