Enrico Montesano divulga informazioni false, l’Avis lo smentisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:11

Il popolare attore e comico italiano è stato richiamato dall’Avis e dal CNS. Enrico Montesano ha divulgato informazioni false in merito all’uso del sangue dalle persone immunizzate contro il Covid-19. 

Enrico Montesano (Getty Images)

Il comico Enrico Montesano è stato richiamato dall’Avis e dal Centro nazionale sangue (CNS) per aver divulgato informazioni false. Secondo l’attore, infatti, chi è vaccinato contro il Covid-19 non potrebbe donare il sangue in quanto sarebbe inutilizzabile. Delle affermazioni forti che ha affidato ai suoi profili social.

Il comico italiano, inoltre, ha sottolineato come la cosa gli sia stata fatta notare da una persona che lavora presso l’Avis e che ha visto “buttare il sangue” dei donatori immunizzati in quanto non è possibile utilizzarlo.

Questa polemica arriva dopo un’altra che ha reso protagonista lo stesso attore. Infatti, tempo fa, Enrico Montesano si era scagliato contro l’uso della mascherina in quanto deleteria alla salute. All’epoca il mattatore della tv italiana era stato persino fermato dalla polizia.

Enrico Montesano, fake news: Avis e CNS smentiscono

Dopo le dichiarazioni di Enrico Montesano, sul fatto che il sangue delle persone immunizzata sarebbe inutilizzabile, l’Avis e il Centro nazionale sangue sono intervenuti immediatamente, smentendo l’attore.

La replica è arrivata subito dopo, dove l’Avis ha dichiarato come chi ha ricevuto il vaccino contro il covid può tranquillamente donare il sangue. Inoltre, l’Associazione sottolinea il fatto di come tali dichiarazioni possano essere pericolose per il futuro della salute di alcuni pazienti che aspettano le trasfusioni come salva-vita.

Stessa cosa ha fatto il CNS, dicendo che è “molto grave diffondere false informazioni”. Inoltre, la cosa più grave, secondo il direttore del Centro è quello che tali affermazioni siano state fatte in un periodo particolare, ovvero alla vigilia dell’estate, quando già i donatori normalmente scarseggiano.

LEGGI ANCHE >>> Enrico Montesano e la mascherina: “All’aperto, distanziati è inutile”

Poi il direttore del Centro nazionale sangue conferma quanto è stato fatto dall’Avis. Ovvero di come il sangue di chi è stato vaccinato non possiede nessun pericolo. Inoltre, si auspica che i donatori siano sempre di più quelli vaccinati rispetto a quelli che ancora non hanno ricevuto il vaccino contro il Covid.