Mariella Enoc, chi è: età, biografia, curriculum, vita privata e figli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:24

La filantropa Mariella Enoc è stata riconfermata alla guida dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Chi è “la donna che cura i bambini”?

Mariella Enoc (Twitter)
Mariella Enoc (Twitter)

Il dono e il discernimento è un dialogo tradotto in fatica letteraria dal gesuita Francesco Occhetta edito da Rizzoli che ha cercato di raccontare il percorso professionale e umano della filantropa e manager ospedaliera Mariella Enoc. Uscito da poco più di una settimana, è già in vetta alle classifiche.

La figura al centro del racconto, del resto, è di raro carisma e riassume qualità che spaziano dalla sensibilità alla competenza. Chi è la Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale Bambino Gesù? Proviamo a rispondere a questa domanda anche noi, nel modo più esaustivo possibile.

Mariella Enoc, chi è? Età, biografia, fede, gesuita

  • Nome: Mariella Enoc
  • Data di nascita: 1944
  • Età: 76-77 anni
  • Segno zodiacale: ???
  • Partner: Nessuno
  • Professione: Medico, Filantropa, Manager
  • Luogo di nascita: Novara
  • Altezza: ???
  • Peso: ???

Mariella Enoc nasce nel 1944, in una data imprecisata. Ha dunque verosimilmente 76 o 77 anni. Frequenta il Liceo Classico, con formazione gesuita, e si laurea a pieni voti in medicina. Si specializza ben presto nel settore dell’amministrazione e della gestione di strutture sanitarie, raggiungendone ben presto i massimi livelli.

La sua vita viene quasi completamente assorbita dal lavoro di manager per le strutture ospedaliere. Svolgerà la sua professione con abnegazione senza pari. Numerosi in tal senso saranno gli encomi e i riconoscimenti in merito.

Da sempre, e con intensità, è stata una donna di fede. Cristiana Cattolica, vicina al mondo gesuita, tra i suoi riferimenti principali si fanno notare molti uomini di Chiesa. Il parroco, la catechista, monsignor Aldo Del Monte (vescovo di Novara) e la Badessa Anna Maria Canopi hanno avuto un’importanza capitale nella sua vita e per la sua formazione umana.

Mariella Enoc: il curriculum, Valduce e la filantropia

Mariella Enoc ha sempre cercato di comporre armonicamente il binomio tra fede e carriera. Questo è stato possibile dedicandosi soprattutto al settore filantropico.

Dal 2012 Enoc è stata Procuratrice Speciale dell’Ospedale Valduce di Como e per l’Ospedale Cottolengo di Torino. Ha ricoperto la carica di presidente di Confindustria Piemonte dal 2008 al 2012. Si poi dedicata interamente alle opere caritatevoli, sempre da manager.

Enoc è stata vice-presidente della Fondazione Cariplo dal 2004 fino al maggio 2019 e vice presidente della Fondazione Cini dal 2008 al 2020. Riveste il ruolo di membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Don Gnocchi e di Presidente della Fondazione ISMU. É stata procuratrice speciale dell’ospedale Valduce,

Dopo un triennio passato a dirigere la struttura ospedaliera romana dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, a Gennaio 2021 è arrivata la riconferma per altri tre anni direttamente dalla Santa Sede, tramite il Segretario di Stato Vaticano, il Cardinale Pietro Parolin.

La decisione viene direttamente da Papa Francesco, ed è un inequivocabile attestato di stima per il lavoro compiuto dalla manager all’ospedale eccellenza europea durante gli scorsi anni. La Enoc ha promosso ricerche e investimenti a contrasto delle malattie rare infantili ed è riuscita a dare forma ad una fitta rete di interventi umanitari del personale medico dell’ospedale nei paesi poveri.

«Il buon manager è colui che sa coniugare il bilancio con l’umanità», ha dichiarato. Il dono e il discernimento, appunto.

La vita privata e i figli

Per i tanti impegni e la straordinaria abnegazione, la vita privata e gli affetti di Mariella Enoc sono quasi necessariamente stati messi da parte. Enoc non ha avuto né figli né nipoti.

Durante la sua vita professionale si è occupata principalmente di anziani o di persone adulte. I suoi figli, ha confidato, sono i bambini in difficoltà dell’Ospedale pediatrico che dirige. Sono i bambini dell’umanità intera.