Rivelazione shock della moglie di Mike Bongiorno: “Nostro figlio era sulla funivia di Stresa”

Il figlio di Mike Bongiorno e Daniela Zuccoli era sulla funivia di Stresa-Mottarone il giorno della tragedia. A rivelarlo è stata proprio la moglie del compianto conduttore. 

Mike Bongiorno (Google Images)
Mike Bongiorno (Google Images)

Michele Pietro Filippo Bongiorno, da tutti conosciuto come Miki, quella domenica 23 maggio era a bordo della cabina della funivia del tratto Stresa-Mottarone, precipitata intorno alle 12 e 30. A raccontare la vicenda è stata la moglie di Mike Bongiorno, in cui ha confessato che a proteggere il figlio è stato il padre che ha evitato che il figlio fosse una delle vittime di quella tragedia.

In quel dramma che ha spezzato la vita di quattordici persone, per un soffio poteva esserci anche Michele Bongiorno. Il figlio del celebre conduttore, infatti, ha preso poco prima del crollo della cabina la stessa funivia di Stresa per raggiungere il Mottarone: “Mio figlio Miki è salito su quella cabina trenta minuti prima che precipitasse. Ha raggiunto la montagna per poi fare la discesa con la sua bici mountain bike. Sono certa che Mike abbia protetto nostro figlio, queste le parole di Daniela Zuccoli.

Il rapporto con Mike Bongiorno dopo la morte

Dietro alla scampata tragedia di Miki della funivia di Stresa-Mottarone, secondo Daniela Zucconi, c’è Mike Bongiorno. La donna, sempre alle pagine del quotidiano La Repubblica, ha raccontato come sta vivendo il rapporto con il marito morto l’8 settembre 2009, in cui ha confessato che crede “nell’immortalità dell’anima”, grazie alla confessione della religione cattolica.

Inoltre ha ammesso che sente Mike Bongiorno, ma non tramite medium o fantasmi, ma sente proprio la sua energia intorno a lei nella quotidianità: “Sento una certa tensione sotto lo sterno, questa si manifesta in due modi diversi: la prima è dolorosa, come una sensazione di abbandono; la seconda invece rilassa e commuove, sinonimo che Mike approva una mia scelta”, ha detto Daniela Zucconi.

LEGGI ANCHE >>> Strage della funivia di Stresa: è stato un attentato?

Poi sulla funivia Stresa-Mottarone: “Mike indirizza i nostri destini perché vede prima di noi. Domenica scorsa, ad esempio, è successo con nostro figlio Mike proprio quello che sto dicendo. Perché alla fine nessuno muore veramente, ma diventiamo universo e ci trasformiamo in energia”.