Covid, operatore rifiuta il vaccino: strage in un ospedale

Incredibile quanto accaduto in un ospedale. Un operatore sanitario avrebbe rifiutato di sottoporsi al vaccino per il covid.

Reparto covid - immagine di repertorio (Getty Images)
Reparto covid – immagine di repertorio (Getty Images)

Il tema dei vaccini è sempre più delicato in Italia. Le dosi scarseggiano e soprattutto non tutti sono inclini a farlo. Per prima cosa c’è il caso AstraZeneca, con tante persone che dopo i fatti dei giorni scorsi ora hanno paura e lo rifiutano. A tenere banco però ci sono anche i no vax, che a prescindere dalla casa farmaceutica che li produce rifiuta di sottoporsi al trattamento senza sé e senza ma.

Lo stato ha pensato bene, nella campagna di vaccinazione, di dare precedenza agli operatori sanitari e ai medici. Questi, infatti, trovandosi al fronte a combattere contro la pandemia sono più inclini all’infezione come abbiamo già visto nei mesi scorsi. I primi effetti già si stanno notando con il numero di contagiati tra i dipendenti ospedalieri che sta calando enormemente.

LEGGI ANCHE –> Variante covid, a Roma arriva la variante brasiliana dopo quella inglese

Ricoverati per altro, si ritrovano contagiati dal covid

Purtroppo però non tutti sono d’accordo a sottoporsi al vaccino. Secondo quanto riferito dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, a Lavagna si sarebbe verificato un nuovo cluster di 9 contagiati in un ospedale. A quanto pare un operatore sanitario no vax avrebbe “trasportato” il virus.

Un altro caso simile si sarebbe poi registrato anche in una RSA di Tiglieto. Lì due operatori avrebbero contagiato 3 persone. I tre pazienti sarebbero stati costretti al ricovero ospedaliero, ma fortunatamente uno di loro sarebbe già stato dimesso. Toti ha poi riferito che le autorità dell’ASL sarebbero già a lavoro per indagini interne.

A quanto pare, per quanto concerne il caso di Lavagna, i 9 pazienti sarebbero stati ricoverati per altre patologie. Le persone avrebbero poi contratto il virus attraverso un operatore sanitario che inconsapevolmente ha trasportato il virus. Essendo il nostro uno stato democratico vi è praticamente l’impossibilità costituzionale di imporre a tutti il vaccino, andranno quindi studiate le contromisure adatte per far fronte a questi casi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo