Un anno e mezzo, vola giù con la mamma che muore: chi lo ha salvato?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:23

Voltato già dal ponte sul Piave il piccolo si è miracolosamente salvato, protetto dalle braccia di sua madre morta nel fiume.

Ambulanza
Ambulanza (Facebook)

Il tragico gesto di sua madre, lanciatasi nel Piave a Treviso, con in braccio proprio lui, il suo piccolo di un anno e mezzo. Ma qualcosa è successo, in quel volo, lei, in preda ad una forte crisi depressiva a stretto a se il piccolo, lo ha salvato, evidentemente da se stessa, e questo, questo suo atteggiamento naturale, spontaneo, da madre che protegge il proprio piccolo, le ha permesso di salvargli la vita. Un piccolo miracolo, che nessuno, o quasi, avrebbe mai immaginato.

Lei 34enne, stanca, provata dal suo stato psicologico, aveva deciso di farla finita, e di gettarsi nel fiume dal ponte. Con lei aveva portato il suo piccolo di appena un anno e mezzo. Il volo, lei morta in quelle acque ed il piccolo salvo, protetto dalle braccia proprio della sua mamma, che l’ha stretto a se in un ultimo gesto di spontaneo amore. Le forze dell’ordine giunte sul posto, dopo aver trovato l’auto della donna non avrebbero mai immaginato di trovare il piccolo ancora vivo, ed invece quell’immagine ha sorpreso positivamente anche loro, solo qualche ferita riportata, ma era ancora vivo.

LEGGI ANCHE >>> Omicidio-suicidio: uccide la moglie disabile, poi si impicca

LEGGI ANCHE >>> Lo colpisce alla testa, lo uccide e ne simula un suicidio: è il fratello

Salvato dall’istinto della sua mamma: lo sfogo del padre del piccolo e marito della donna

Sconvolto, il padre del piccolo e marito della donna, ha rilasciato una breve dichiarazione, in cui è evidente tutta la sua disperazione, ma al tempo stesso la consapevolezza che il piccolo ora sarà davvero tutto per lui: “Mio figlio l’ho visto in ospedale. Fortunatamente sta bene e quando mi ha visto mi ha riconosciuto subito. Ora è lui che mi darà la forza per andare avanti