Cercano di salire sul treno in corsa: il fratello muore davanti ai suoi occhi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:04

Due giovani morti e altri ancora sotto shock. E’ il tragico bilancio del tentativo di raggiungere la Francia da parte di profughi.

Un’altra tragedia della disperazione. Questa volta non è il mare ad essere teatro del dramma, ma un treno: il treno della speranza. Quel treno che alcuni giovani dovevano prendere assolutamete, per recarsi in Francia e trovare un sogno lontano da casa. Quel treno che però ha travolto e ucciso due di loro. E gli altri sono tutti sotto schock.

E’ successo ieri sera, 22 dicembre: l’allarme è scattato intorno alle 23.30. un gruppo di profughi curdi si trovava sui binari a circa 500 metri dalla stazione di Quliniano, in Liguria di Ponente. Secondo una prima ipotesi è possibile che gli uomini, quasi tutti giovani, abbiano cercato di salire sul treno in corsa per raggiungere la Francia. Una manovra che è terminata in tragedia, con due persone travolte e uccise dal convoglio.

Cercano di salire sul treno in corsa: due giovani morti, gli altri sotto schock

Due ragazzi sono morti nel savonese. Due giovani di nazionalità curda sono stati travolti e uccisi da un treno regionale da Milano per Albenga. Secondo una prima ricostruzione, il treno regionale avrebbe trovato un gruppo di dieci ragazzi che camminava lungo i binari della ferrovia investendone due. Tra gli otto rimasti illesi ci sarebbe anche il fratello di una delle vittime.
I sopravvissuti, tutti curdi, avrebbero dichiarato alla polizia che erano in cammino per raggiungere il confine francese. Sul posto sono subito intervenuti i soccorsi, con vigili del fuoco, automedica e diverse ambulanze: per le due vittime non c’è stato nulla da fare. Il fratello di uno dei deceduti, è stato portato in codice giallo all’ospedale San Paolo di Savona a causa dello shock.