Prometteva caramelle e giocattoli: l’incubo vissuto dalla bambina

Veniva abusata ripetutamente insieme ad altri minori. Il pedofilo è stato incastrato per le violenze sessuali dalla psicologa.

Dodicenne stuprata

Tutto è emerso nel corso di una seduta terapeutica… tutta la sofferenza di ciò che aveva subito. Così la psicologa della giovanissima è riuscita a risalire all’accaduto, a quell’orco che abusava di lei, di loro!

L’uomo, se così può essere definito, un 56enne, arrestato per violenza e abuso sessuale ai danni di tre minori, tutte imparentate: due sorelle e la cugina.

Grazie alla segnalazione della psicologa alla Questura di Terni, il pedofilo è stato riconosciuto e arrestato. Hanno delineato la vicenda in questo modo:

“L’indagine ha preso le mosse dalla segnalazione di una psicologa che segue una delle tre giovani, appena minorenne, che si è confidata con lei riferendo di essere stata vittima di abusi sessuali da parte di un parente acquisito, fin dall’età di cinque anni”.

Prometteva caramelle e giocattoli: l’incubo vissuto dalla bambina

L’uomo attirava le piccole nella sua casa infimamente, con ciò che tutti i bambini della loro età amano di più, ovvero promettendo caramelle e giocattoli.

Il pedofilo, per quanto rilevato dalle indagini, era un parente alla lontana delle bambine, quindi anche per questo i genitori si fidavano a mandare le figlie direttamente nella casa dell’orco.

Poi la terapia, tutto viene rivelato… la psicologa atterrita salva le vittime da altri abusi, altra violenza. I genitori sotto shock non potevano immaginare nulla, la gravità degli abusi perpetrati in quella casa.

Oggi sono tutte più grandi le ragazze, addirittura qualcuna anche maggiorenne, ma ricordano con terrore quei momenti, quegli abusi, quegli attimi di terrore nella casa del falso e cordiale zio… quello zio che in realtà voleva solo fare del male per il suo godimento.