Eroina, regalo per il diciottesimo compleanno: muore di overdose

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:22

Maria Chiara è morta il giorno del suo diciottesimo compleanno. Il fidanzato le aveva regalato dell’eroina.

Eroina, regalo per il diciottesimo compleanno: muore di overdose
Maria Chiara (Fonte foto: web)

Francesco, 21 anni, si è subito costituito: non voleva uccidere la sua ragazza, ma le ha regalato droga per il diciottesimo compleanno. Ad Amalia, provincia di Terni, è morta di overdose proprio al suo diciottesimo.

Maria Chiara Previtali, è morta precisamente per overdose di eroina. Poche ore dopo il decesso, il fidanzato ha confessato tutto ai militari. “Era il regalo che aveva chiesto per il suo compleanno. Per lei era la prima volta”, ha detto Francesco ai carabinieri che indagavano sulla morte della studentessa.

Leggi anche>>> La motovedetta italiana spara alla barca tunisina: “Hanno trovato droga a bordo”

Ha dormito dal fidanzato per festeggiare il compleanno: non si è mai risvegliata

La neo-diciottenne, ha incontrato nel pomeriggio delle amiche per festeggiare, con un semplice aperitivo. Tutto, è accaduto venerdì scorso: Maria Chiara, aveva conferito a casa la volontà di dormire dal ragazzo, per festeggiare. Francesco, non era mai piaciuto alla famiglia di lei. Il papà della ragazza, ha confessato ai media: “Da quando stava con lui era un’altra persona, irriconoscibile e ora me la ritrovo morta”.

Della notte passata in giro dalla ragazza, non si conoscono altri particolari dopo l’incontro con le amiche: solo che era andata a dormire dal fidanzato e non si è mai più svegliata. Lo stesso Francesco, ha poi lanciato l’allarme, intorno alle 8 del mattino, ma era troppo tardi.

Si ipotizza che se i soccorsi fossero stati allertati prima, la ragazza si sarebbe potuta salvare, questo il motivo che ora vede il giovane, accusato di omissione di soccorso. Gli inquirenti ora vogliono capire cosa c’è dietro al vuoto di un paio d’ore circa, nei racconti del ragazzo. Chi era vicino a Maria Chiara, racconta di una studentessa ed atleta piena di energia, diventata negli ultimi tempi vulnerabile e debole. Probabile che nelle prossime settimane, emerga qualcos’altro da questa morte sospetta. Con modalità simili, ad esempio, ha perso la vita nel 2016 una sedicenne che per i giudici della difesa sarebbe stata consensiente.

Leggi anche>>> Firenze, bambini di 2 e 5 anni si comportano in modo strano: si drogavano!