Chi l’ha visto? Ritrovato “Gigino wifi”? L’annuncio da parte della madre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Luigi Celentano meglio noto come Gigino wifi è scomparso da Meta di Sorrento il 12 febbraio del 2017. Dopo anni di ricerche il caso sembra essere vicino alla definitiva risoluzione

Gigino wifi

Una delle vicende di scomparse più in auge del programma “Chi l’ha visto?” sembra essere ad un passo dalla risoluzione. Si tratta della storia di Luigi Celentano noto ormai con lo pseudonimo di “Gigino wifi”.

Non si hanno più sue notizie dal 12 febbraio 2017. Il ragazzo di Meta di Sorrento all’epoca 18enne si è allontanato volontariamente dalla propria famiglia lasciando dei messaggi sui social network molto vaghi e di difficile interpretazione.

Un aspetto che ha reso ancor più complicate le ricerche da parte dei genitori, che nonostante la separazione si sono “riuniti” per cercare di riportare a casa il loro bene più prezioso.

Si sono prontamente rivolti al noto programma di Rai Tre “Chi l’ha visto?” da sempre in prima linea per quanto concerne i casi di persone scomparse. Proprio grazie agli appelli lanciati nel corso della trasmissione condotta da Federica Sciarelli, pare che Luigi sia stato individuato.

Gigino Wifi la madre lo ha riconosciuto: “È lui, lo avete trovato”

madre gigino wifi

Un testimone che ha inviato una foto segnaletica al programma, ha raccontato di averlo visto a Milano. Un allarme che ha fatto scattare le ricerche da parte degli inviati del noto format della Rai, che hanno poi inviato una foto alla famiglia.

La madre in particolar modo lo ha riconosciuto affermando: “È lui. Lo avete trovato”. Sarà vero? Non rimane che seguire la puntata di mercoledì 7 ottobre su Rai Tre a partire dalle ore 21:20.

Tra gli altri casi della serata c’è anche quello di Rina Pennetti scomparsa dopo essere entrata dal parrucchiere. All’interno del negozio sono stati ritrovati i suoi effetti personali mentre lei è sparita nel nulla.

Insomma, “Chi l’ha visto?” prova sempre a fare il suo dovere e seguire le vicende spinose di persone irrintracciabili, come ad esempio quello di Alessandro e Luigi, coppia trasferitasi dalla Campania alla Sicilia e mai più tornata alla base.