Gesto eroico di una disoccupata: restituisce portafoglio smarrito con 1800 euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:29

Una donna disoccupata si è prontamente rivolta ai Carabinieri dopo aver rinvenuto in strada un portafoglio smarrito con all’interno un’ingente somma di denaro

Portafogli smarrito
Fonte Pixabay

Un gesto d’altri tempi che quasi non si concilia con la società attuale improntata sul materialismo e il denaro. Ed invece a dare l’esempio è stata una donna disoccupata, che soprattutto alla luce del periodo attuale di certo non naviga in buone acque.

Una 30enne di San Cataldo in provincia di Caltanissetta ha ritrovato un portafoglio mentre camminava in strada. Fino a qui può sembrare una storia comune, ma c’è un particolare che la rende decisamente unica.

All’interno infatti c’erano circa 1850 in contanti, che sicuramente potevano attirare chiunque, ma non lei che senza pensarci due volte si è subito diretta verso la stazione dei Carabinieri più vicina. Ha segnalato il ritrovamento nella speranza che i militari riuscissero a rintracciare il proprietario per riconsegnargli il portafoglio.

Carabinieri ritrovano il proprietario del portafoglio smarrito

Carabinieri
Fonte foto: (web)

L’intervento della ragazza ha sortito gli effetti sperati. Gli agenti sono riusciti ad entrare in contatto con la persona che lo aveva perso. Il “fortunato” è un ragazzo di 27 anni, che si è visto recapitare tutti i suoi effetti personali compresi i documenti, che spesso e volentieri sono più importanti del denaro viste le lunghe e tedianti pratiche burocratiche necessarie per rifarli.

Non si tratta di un atto inedito. Qualche mese fa a Modena è accaduto un episodio analogo con una signora che ha ritrovato addirittura 3600 euro cash. Anche in questo caso ha pensato bene di denunciare il ritrovamento ai Carabinieri, che hanno ritrovato la persona che lo aveva smarrito inavvertitamente.

Per questo ha voluto ringraziare la sua “salvatrice” incontrandola presso la stazione dei Carabinieri di Modena in presenza del comandante. Dunque, ogni tanto arrivano anche delle good news che seppur siano apparentemente meno attraenti, lasciando in dote quella dose di bontà di cui abbiamo bisogno per abbattere il muro della diffidenza che vige (anche lecitamente) nel mondo contemporaneo.

Una bella notizia anche per la città emiliana che nell’ultimo mese non ha vissuto un periodo propriamente felice anche in virtù della scossa di terremoto avvertita nei primi giorni di settembre.