Morte Evan, la mamma: “Plagiata dal mio compagno” ma era indagata per maltrattamenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46

L’atroce vicenda di Modica, che vide perdere la vita al piccolo E., ancora non trova soluzioni. Secondo sua madre, le colpe ricadono sul compagno

Morte Evan Lo Piccolo, la mamma: "Plagiata dal mio compagno"
Il piccolo Evan (Fonte foto: web)

Il piccolo E., è deceduto per i ripetuti maltrattamenti a suo carico, lo scorso 17 agosto. Evan, aveva soltanto 21 mesi. Al momento in carcere, ci sono la mamma, Letizia Spatola, di 23 anni, ed il suo convivente di 32, Salvatore Blanco.

Le indagini proseguono, per scoprire non le cause, ma le responsabilità della morte dell’innocente, intanto Letizia incolpa il suo compagno di averla plagiata. Le percosse ed i maltrattamenti, secondo la donna, sarebbero avvenuti in sua assenza.

Adesso, la mamma di E., nega qualunque forma di maltrattamento sul bambino, morto a 21 mesi d’età. Dice che è stato il compagno a plagiarla, mentre lei non se ne sarebbe resa conto.

E c’è di più, non solo ogni violenza sarebbe accaduta in assenza della donna, ma anche l’ultima, quella che ha poi ucciso il piccolo, sarebbe stata compiuta da Salvatore che le avrebbe raccontato che il bimbo era semplicemente caduto dalla culla.

Modica, chi ha ucciso E.?

Fonte foto: (Getty Images)

La donna, ha recentemente dichiarato: “Ho avuto qualche sospetto solo quando il mio compagno dapprima mi ha detto che il bimbo era caduto dal letto e poi che aveva battuto la testa contro lo spigolo della porta”. Ad appoggiarla, il suo avvocato, che sostiene che la donna sarebbe entrata in carcere piena di lividi, segno evidente che lei stessa era impaurita e vittima di percosse e che per questo non avrebbe mai avuto il coraggio di denunciare.

Restano però, le denunce in sfavore della mamma del piccolo, da parte del papà di Evan. L’uomo infatti, si era recato presso la Procura di Genova dicendo di sospettare dei maltrattamenti ricevuti dal figlio, ancor prima della sua morte. E Letizia era già di fatto sospettata di maltrattamenti, da quando, un mese prima del triste accaduto, Evan fu ricoverato a Noto per una frattura alla clavicola.

Ora, Stefano Lo Piccolo, padre del bambino, non si dà pace, ed ha giurato, nel giorno dei funerali, che non smetterà mai di cercare la verità. L’autopsia alla quale è stato sottoposto il corpicino di Evan intanto, ha evidenziato un forte trauma cranico. Per ora le accuse incolpano Salvatore Blanco di aver compiuto l’atto e Letizia Spatola di non averlo fermato, ma ci saranno sicuramente nuovi sviluppi per una storia che presenta ancora troppe falle.

LEGGI ANCHE>>> L’ultimo saluto ad Evan, il padre: “perdona i miei errori”

LEGGI ANCHE>>> Sestri Levante, volo di 10 metri: bimba cade dal terzo piano