Vergogna in spiaggia, chiede distanza per il figlio malato: aggredita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:35

Un episodio da stigmatizzare, quello successo oggi in Toscana, dove una donna è stata attaccata per aver chiesto distanziamento per il figliomadre figlia

Una normale mattinata in spiaggia, è quello che voleva far trascorrere una donna, al figlio da poco trapiantato di trachea. Aveva solo chiesto il giusto distanziamento, visto che il bambino logicamente è ancora molto debole.

Da lì la sorpresa, a dir poco vergognosa. Due donne infatti, si sarebbero verbalmente scagliate contro la mamma, urlandole contro: “Il Covid non esiste. Se suo figlio è malato lo tenga chiuso in casa”.

I passanti restano sbalorditi ed aiutano il bambino

Fonte foto: (Pixabay)

Al di là della pandemia in atto, ci si chiede come si possa essere così poco inclini a provare ad aiutare con il semplice distanziarsi, un piccolo da poco operato. Per fortuna, la donna ed il figlio, sono stati aiutati da altri bagnanti che avevano assistito alla scena.

La mamma del piccolo, ha spiegato in una recente intervista, avvenuta dopo l’accaduto: Ha paura di essere toccato, ha paura di ammalarsi di Coronavirus, perché per lui sarebbe letale; vorrebbe tornare a scuola, rivedere i suoi amici e compagni, dopo quattro mesi di isolamento solo io e lui. Da soli e sempre soli. Ha imparato che deve stare lontano dalle altre persone; sa che per adesso nessuno lo può avvicinare. Io gli dico che un giorno sarà diverso e lui mi crede”.

Il povero ragazzino essendo ancora fragilissimo, ha tutte le ragioni di sentirsi ancora insicuro e di certo non sarà l’ignoranza di qualcuno ad aiutarlo. Quando le due turiste, sabato scorso, si sono avvicinate a meno di un metro al ragazzino, lui avrebbe guardato impaurito la madre che gentilmente, a sua volta, avrebbe chiesto di rispettare il metro di distanza.

“Se suo figlio è malato se lo tenga a casa”, l’assurda risposta di una delle due, che ha generato l’ira di passanti e della madre stessa. Per fortuna, i testimoni non sono rimasti fermi dinanzi a tale scena, anzi, minacciando di chiamare i Carabinieri, hanno intimato alle due donne di allontanarsi. Il bimbo, a cui fa bene l’aria di mare, resterà a Massa Carrara per altri giorni, sotto consiglio dei medici.

Lui e la mamma hanno ricevuto tanta solidarietà una volta che l’episodio è stato conosciuto in giro, ed ora attende il 17 agosto, giorno in cui tornerà in ospedale per dei nuovi controlli e, non è escluso, per una nuova operazione.

LEGGI ANCHE>>> Messina, madre e figlio di 4 anni scomparsi : forse nessun incidente

LEGGI ANCHE>>> Lasciata in aeroporto 26 anni fa: l’appello sul web per ritrovare i genitori