Russia: l’ex campionessa di pattinaggio, Alexandrovskaya, suicida a 20 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:43

In Russia, l’ex campionessa mondiale di pattinaggio, Alexandrovskaya, si è tolta la vita a soli venti anni. Una tragedia che ha colpito l’intero paese.

Ekaterina Alexandrovskaya (fonte gettyimages)
Ekaterina Alexandrovskaya (fonte gettyimages)

La campionessa mondiale di pattinaggio del 2018, Ekaterina Alexandrovskaya, si è tolta la vita.

Pare che le dinamiche dell’incidente siano ben chiare e che Ekaterina abbia lasciato un messaggio d’addio prima di togliersi la vita.

Per il momento le motivazioni del gesto non sono state diffuse, anche se c’è un po’ di confusione tra le varie testate giornalistiche.

Il sito d’informazione Izvestiu riferisce che “le dinamiche dell’incidente sono state chiarite”, dal momento che tutte le informazioni necessarie erano all’interno del biglietto che l’ex atleta ha lasciato prima di gettarsi dalla finestra.

Costernata la famiglia e il pattinatore australiano Harley Windosr con cui da tempo gareggiava e con il qualche si era instaurato un forte feeling lavorativo.

Russia: l’ex campionessa mondiale di pattinaggio, Alexandrovskaya, si è tolta la vita a soli 20 anni

Alexandrovskaya e Windsor (fonte gettyimages)
Alexandrovskaya e Windsor (fonte gettyimages)

L’ex atleta era nata in Russia, ma nel 2016 era riuscita ad ottenere la cittadinanza australiana e aveva gareggiato alle olimpiadi di Pyeongchang 2018 insieme al partner Harley Windsor.

Windsor ha origini aborigene ed è stato il primo australiano indigeno a competere alle Olimpiadi invernali.

Nel 2017, la coppia aveva vinto il titolo mondiale junior e tra l’altro sono stati i primi pattinatori australiani a gareggiare alle Olimpiadi.

Alexandrovskaya si era ritirata lo scorso inverno dal mondo del pattinaggio in seguito a diversi infortuni.

Il collega australiano Harley Windsor ha dichiarato sul suo profilo Instagram di essere “sconvolto” dalla notizia della morte della partner.

Queste le sue parole:
“L’intesa che avevamo raggiunto durante la nostra collaborazione è qualcosa che non potrò mai dimenticare e che mi terrà sempre vicino al cuore”.

Insomma una vera e propria tragedia che ha colpito non solo il mondo dello sport, ma anche l’intera opinione pubblica.

Del resto sapere che una giovane di soli venti anni abbia deciso di porre fine alla sua vita è sempre molto doloroso

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, sport cinese in ginocchio: gare spostate e atleti in quarantena

LEGGI ANCHE >>> Mauro Pamiro, prof trovato morto: suicidio o omicidio?