Salvatore, 89 anni, non aveva cibo: i poliziotti lo aiutano e lui piange

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:14

La storia di un pensionato di 89 anni che in lacrime ha chiesto aiuto alla Polizia perchè non aveva i soldi per mangiare. E la risposta degli agenti è stata encomiabile e commovente.

foto facebook questura milano

Una di quelle storie che riconciliano con la vita. Una storia di solidarietà vera, e non solo a parole o a promesse di bonus o cassa integrazione. Una storia spontanea. E a raccontarla sono proprio gli eroi che hanno aiutato un pensionato di 89 anni a ritrovare il sorriso.

Sono gli agenti del commissariato Ticinese di Milano. La scorsa settimana – scrivono sulla loro pagina Facebook – i poliziotti delle volanti del Commissariato PortaTicinese e dell’ UfficioPrevenzioneGenerale sono intervenuti in via Lago di Nemi per l’occupazione abusiva di un appartamento”.

“Mentre erano in attesa che le persone lasciassero l’abitazione, gli agenti sono stati avvicinati da Salvatore, un gentile signore di 89 anni con evidenti problemi di deambulazione”.

Il signor Salvatore – continuano – che vive al settimo piano del palazzo, è rimasto vicino agli agenti per tutto il tempo dell’intervento e ha raccontato loro di trovarsi in un particolare momento di difficoltà, non avendo più supporti familiari che possano sostenerlo nelle esigenze di tutti i giorni”.

“Difficoltà che vive anche sul piano economico per l’esigua pensione che percepisce e con la quale riesce difficilmente ad affrontare con serenità il quotidiano.

I poliziotti delle volanti – recita la pagina Facebook della Questura di Milano – una volta tornati in ufficio, hanno deciso di raccogliere dei fondi per acquistare viveri e generi di conforto che, dopo qualche giorno, hanno consegnato al signor Salvatore”.

“Scoppiato in un pianto di felicità, ha ringraziato i suoi “nuovi amici” con i quali ha fatto un selfie ricordo. I poliziotti hanno promesso a Salvatore passeranno a trovarlo ancora per due chiacchiere e hanno segnalato la sua condizione ai ServiziSociali del Comune di Milano”.

Salvatore ha ritrovato il sorriso grazie agli agenti di Polizia

foto facebook questura milano

Ora gli agenti ‘eroi’, continueranno nella loro raccolta fondi perchè hanno promesso a Salvatore di tornare a trovarlo, anche solo per una chiacchierata.

Dopo qualche giorno dal primo commovente incontro, gli agenti hanno consegnato la spesa al signor Salvatore che quando ha aperto la porta e se li è trovati nel suo appartamento è scoppiato in un pianto di felicità.

Poi l’anziano ha deciso di farsi immortalare con i suoi angeli custodi in un selfie ricordo.

LEGGI ANCHE -> Salvini aggredito a Mondragone: centri sociali amici camorra

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, l’Oms insiste: Il peggio deve ancora arrivare