Di Maio pronto a tutto per salvare il Governo, anche ad avvallare il Mes

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è in piena confusione e per tenere in piedi il Governo sembra disposto anche a scendere a patti e a rinunciare ai principi che lo hanno sempre contraddistinto

Luigi Di Maio
Fonte Instagram – @luigi.di.maio

Il momento non è di certo dei più semplici. Il Governo dopo una fase di stallo dovuta all’emergenza Covid-19 torna a scricchiolare. Per evitare un nuovo tracollo dopo nemmeno un anno, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, pare abbia cambiato strategia.

Niente più scontri, niente più battibecchi con l’opposizione. Il leader del Movimento 5 Stelle nelle ultime interviste ha lanciato segnali di “armonia”. La strategia è quella di non alimentare polveroni inutili e di non scontentare nessuno. Addirittura si è alleggerita la sua posizione sul Mes, su cui sia lui che i membri del suo partito avevano avuto molto da ridire nelle scorse settimane.

Di Maio, clamoroso dietrofront sul Mes

Di Maio
Luigi Di Maio (Getty Images)

Stavolta seppur in maniera piuttosto velata sembra proprio che sia disposto a cambiare idea: “Dividerei il Mes dal tema della sanità. Condivido l’idea di Zingaretti di rendere il sistema sanitario più moderno ed accessibile a tutti. Ma sul Mes non ho motivo di esprimermi. Il Premier ritiene che sarà sufficiente il Recovery Fund e per mi fido ciecamente di lui”.

Dunque, a suo modo di vedere il Meccanismo Europeo di Stabilità non serve al momento, ma se il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovesse cambiare idea, da parte sua e dei grillini non ci sarebbe lo stesso veto posto qualche mese fa. D’altronde lo stesso Di Maio ha lasciato intendere quanto sia importante avere liquidità a disposizione in questa fase appoggiando di fatto le parole del Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, secondo cui era necessaria una profonda riforma fiscale.

Insomma, il Movimento 5 Stelle sembra come non mai accondiscendente. La voce grossa di un tempo ha lasciato spazio alla praticità. C’è voglia di salvaguardare la poltrona e di evitare nuovi trambusti di cui il Bel Paese è ormai arcistufo.

LEGGI ANCHE >>> Ius soli, Luigi Di Maio: “Sono sconcertato” – VIDEO

LEGGI ANCHE >>> ILVA, botta e risposta tra Giannini e Travaglio su Di Maio – VIDEO